Mercoledì, 15 Agosto 2018

Acqua e cambiamenti climatici, Workshop a Policoro - 16 Marzo

Acqua e cambiamenti climatici, Workshop a Policoro - 16 Marzo Featured

 “Per l'agricoltura contemporanea è fondamentale adottare pratiche sostenibili che vadano nel verso dell'efficienza idrica per agevolare così il passaggio all'agricoltura resiliente, cioè la capacità del sistema agricolo di assicurarsi stabilità ed efficienza anche rispetto alle sollecitazioni che potrebbero comprometterlo”.

POLICORO. Si svolgerà a Policoro il prossimo 16 marzo nella sala meeting dell'Hotel Hermes alle 16,00 il workshop “Cambiamenti climatici: conoscere, prevenire e governare – piani d'azione contro gli eventi estremi”, tema principale saranno dunque l'acqua e la governance del territorio.

L'iniziativa - promossa dall'Università della Basilicata (UniBas), il Dicem e l'organizzazione di produttori Asso Fruit Italia (AFI) con sede a Scanzano Jonico - avrà fra i suoi relatori i professore Bartolomeo Dichio (UniBas) e Cristos Xiloyannis (UniBas), la dottoressa Alba Mininni (UniBas), il direttore generale AFI, Andrea Badursi, Domenico Romaniello, direttore ALSIA, Antonio Anatrone, segretario generale Autorità di Bacino, Giuseppe Musacchio, commissario straordinario Consorzio di Bonifica, conclusioni affidate a Luca Braia, assessore regionale all'agricoltura.

Sotto la lente dei relatori, così come spiegato nella concept note dell'Università della Basilicata “le inondazioni e la siccità, fenomeni che si ripropongono con preoccupante frequenza, così come gli incendi, i cicloni, le ondate di calore, fenomeni che incidono negativamente sui sistemi agricoli che devono produrre cibo per una popolazione crescente a livello globale, quindi la necessità di adottare strategie di adattamento in agricoltura per affrontare gli impatti che derivano dai cambiamenti climatici”.

Andrea Badursi, direttore generale di Asso Fruit Italia ha detto: “Il ruolo delle Orgranizzazioni di produttori è di assoluto rilievo perché devono interloquire con gli enti preposti alla governance del territorio e quindi interfacciarsi con le aziende agricole associate con le quali orientare gli interventi di contrasto ai fenomeni di cui si tratta e attuare dunque le soluzioni possibili”, ha spiegato Badursi.

Che ha aggiunto: “Per l'agricoltura contemporanea è fondamentale adottare pratiche sostenibili che vadano nel verso dell'efficienza idrica per agevolare così il passaggio all'agricoltura resiliente, cioè la capacità del sistema agricolo di assicurarsi stabilità ed efficienza anche rispetto alle sollecitazioni che potrebbero comprometterlo”.

 

 

 

 

 

 

Read 580 times
Rate this item
(0 votes)

About Author