Domenica, 28 Maggio 2017

Gianluca Pizzolla

Gianluca Pizzolla

 

Il 27 maggio il taglio dell'abete, poi il prossimo 13 giugno la scalata: appuntamenti religiosi e non solo 

Approvata nell’ultimo Consiglio Comunale del 19 maggio scorso la delibera di adozione del nuovo regolamento per il mercato coperto. L’esigenza nasce dalla necessità di rendere tale struttura più competitiva nei confronti della grande distribuzione di beni e servizi, focalizzando la tipologia del commercio su alcuni punti di forza: ampia gamma merceologica dei prodotti offerti, genuinità e qualità dei prodotti, economicità e convenienza dei prezzi, trasparenza e particolarità della contrattazione, vicinanza del servizio e risparmio sui tempi destinati all’acquisto, assistenza negli acquisti e rapporto personalizzato con il venditore, motivi di svago e di socialità. Attualmente nel Mercato coperto sono in esercizio solo sette box in concessione pluriennale ed uno assegnato a rotazione ad alcuni produttori agricoli, tutti collocati al piano terra della struttura e le tipologie merceologiche esistenti sono tutte ricomprese nel settore alimentare.
La Giunta Tataranno ha scelto di avvalersi dal gennaio scorso della collaborazione del dr. Rocco Melissa, dipendente del Comune di Pisticci, per l’elaborazione di un programma finalizzato ad una verifica di riqualificazione ed ammodernamento dell’attività di commercio in grado di potenziare l’attrazione ed il livello di funzionalità. Obiettivi precipui: ridurre le evasioni dei consumi, garantire adeguati livelli di fatturato agli operatori, integrare l’offerta dei mercati con quella della rete distributiva comunale su aree private e migliorare l’efficienza del servizio reso attraverso l’introduzione di nuove tipologie merceologiche.
L’esperto, in un primo momento, ha effettuato il monitoraggio della struttura, individuandone i punti di forza e di debolezza, attraverso due metodi: l’impiego del “mystery shopper”, un finto consumatore che simula l’esperienza del cliente tipo e l’indagine, a mezzo di un questionario, con lo scopo di definire un “comune sentire” del bernaldese relativamente al ruolo e sulla funzione del mercato coperto (per le interviste sono stati utilizzati quattro ragazzi dell’Istituto Tecnico Commerciale inseriti in un progetto di “alternanza scuola lavoro” ed una signora in collaborazione nel progetto “reddito minimo di inserimento”).
Sulla base dei risultati ricavati da entrambe le esperienze è stata formulata una proposta, condivisa con gli operatori del mercato coperto. Il nuovo regolamento del mercato coperto, pertanto, risulta fondato su alcuni aspetti ritenuti qualificanti: esercizio dell’attività in tutti i box, eliminazione del vincolo di merceologia, ampliamento dell’offerta commerciale, introduzione di attività paracommerciali, istituzione di un mercatino esterno alla struttura da svolgersi 2 giorni a settimana. A breve sarà pubblicato il bando di assegnazione dei box, che sarà esperito almeno due volte all’anno nel caso rimangano dei box vacanti.
Per favorire il dialogo con gli esercenti, anche in vista dell’elaborazione del Piano Commerciale che sarà applicato sull’intero territorio comunale, sarà istituita la Consulta dei commercianti.

 

Arrestate quattro persone a Scanzano Jonico originarie del Napoletano perché sospettate di spaccio di droga. Nel corso dell’operazione condotta dai carabinieri di Policoro è stato sequestrato anche mezzo chilo fra cocaina e hashish.
Dalle prime sommarie informazioni disponibili, sembrerebbe che le indagini dei militari siano estese anche ai recenti fatti di accaduti nel comprensorio Metapontino dove è verosimile che ci siano contrasti legati al controllo del mercato degli stupefacenti nell’area.

Ha tutto il sapore di un violento e pericolosissimo avvertimento il gesto accaduto ieri a Scanzano Jonico. Il sindaco: "Inquietudine per quanto accaduto, si moltiplicheranno le iniziative per la legalità". Scarnato: "Basta silenzi"

Il 17enne di Marconia di Pisticci (Matera), fermato dalla Polizia per l'omicidio di Matteo Barbalinardo, ha confessato e ha consegnato il coltello usato giovedì scorso per uccidere il coetaneo: è accusato di omicidio volontario, occultamento di cadavere e porto abusivo di arma da taglio. Durante il lungo interrogatorio nella notte, davanti al pm della Procura per i minorenni di Potenza Carmine Olivieri, il ragazzo, "scosso per quanto successo", non ha però precisato i motivi dell'omicidio, avvenuti in "un difficile contesto sociale ed economico". Quindi, come reso noto in una conferenza stampa nella Questura di Matera, quella della droga resta la "pista privilegiata" ma non è l'unica seguita dalla Polizia per ricostruire il movente dell'omicidio. [fonte ANSA]

Ferite da arma da taglio sul corpo del giovane. Un altro diciassettenne interrogato, novità attese nel pomeriggio dopo la conferenza stampa in Questura a Matera

Opera di fantascienza, disponibile sia in ebook Kindle che nella versione cartacea

Questa notte si sono concluse le operazioni di movimentazione e trasferimento dei primi 86 fusti contenenti rifiuti radioattivi dal deposito Cemerad di Statte (Taranto) agli impianti Nucleco della Casaccia. Questa operazione ha permesso già di ridurre di oltre l’80% la radioattività presente nel sito.

Scuolabus senza collaudo, i carabinieri accompagnano i bambini a casa. La minoranza Scanzano Conta chiede le dimissioni dell'assessore (vicesindaco) competente, Santolo Sabato

Pagina 1 di 7

Per la tua pubblicità su questo sito