Martedì, 22 Maggio 2018

Il Consiglio comunale di Scanzano Jonico, nella seduta del 28 novembre, ha approvato con 10 voti a favore e 2 astenuti, la tassa di soggiorno. Il regolamento prevede una tassa che va da un minimo di 0,40 ad un massimo di 3 euro, imposta diversificata per le diverse ricettività.
All’indomani dell’approvazione dell’imposta di soggiorno, il Gruppo Consiliare Scanzano Libera (GIACCO Sabino Rocco – MERLO Maria Giovanna), intende precisare i motivi dell’astensione, posizione comunque già espressa in fase di discussione del punto all’Ordine del Giorno nel corso del consesso.
Contestiamo il metodo con cui l’Amministrazione ha prodotto il regolamento per la disciplina dell’imposta.
Nella parte deliberativa non si evince, così come disposto dal Decreto Legislativo n. 23 del 2011, il coinvolgimento delle associazioni di categoria, le quali hanno facoltà di disporre pareri sulle modalità applicative del tributo, nonché di prevedere esenzioni e riduzioni per particolari fattispecie o per determinati periodi di tempo.
A nostro avviso si sarebbe dovuto coinvolgere anche gli operatori turistici locali. In effetti, qualche giorno prima dell’adunanza, ne abbiamo sentito informalmente qualcuno e abbiamo percepito le loro non poche perplessità circa l’applicazione della tassa di soggiorno. Gli operatori turistici locali, infatti, temono ripercussioni sulle prenotazioni di soggiorno medio lunghe, prevedendo il rischio dell’incentivo di un turismo “mordi e fuggi”.
Secondo gli operatori turistici si prospetterebbe un calo del loro potere contrattuale nelle trattative con i grandi tour operator.
Per di più, Scanzano non è una realtà paragonabile ai Comuni limitrofi poiché ancora carente dei servizi turistici di base e, pertanto, sarebbe stato opportuno pianificare e prevedere l’imposta partendo dal coinvolgimento delle associazioni di categoria e operatori turistici locali.
Tenuto conto, comunque, delle finalità specifiche di destinazione trattandosi di un’imposta di scopo ai sensi dell’art. 4 del d.lgs. n. 23/2011, vigileremo per sapere che cosa l’amministrazione intenda fare con queste risorse, quali servizi intenda offrire al turista, quali interventi intenda finanziare in materia di turismo.
Chiederemo, pertanto, al Sindaco di istituire un tavolo tecnico con le associazioni di categoria e con gli operatori turistici locali per concordare quantomeno l’impiego delle somme provento della tassa di soggiorno. Chi meglio di loro conosce i problemi del settore.
Ci auguriamo che il denaro ricavato non sia utilizzato domani per gli scopi più disparati ma che abbia un riflesso reale sul miglioramento del settore turistico.
Scanzano Jonico, 05/12/2017

Il Consigliere Comunale/Presidente del Consiglio Comunale GIACCO Sabino Rocco
La Consigliera Comunale/Capogruppo MERLO Maria Giovanna

Published in POLITICA

Spiaggia chiusa per motivi precauzionali e di sicurezza, ora si attendono interventi tampone e poi le "barriere soffolte" come accaduto a Metaponto Lido

Published in CRONACA

Sul tema Sociale, tanto è stato detto da questa amministrazione in campagna elettorale, e poco è stato fatto

Published in POLITICA

La politica degli annunci non porta bene alla comunità, soprattutto se a quel che si dice e si annuncia non si dà seguito. Primo punto dolente: questione spazzatura. Ora siamo veramente stanchi di sentire frottole. Il sindaco annunciò che a febbraio 2017 sarebbe partita la raccolta differenziata e che a giugno 2017 la raccolta sarebbe stata al 75%. Ad oggi, nulla è cambiato se non un disagio continuo con cassonetti stracolmi di spazzatura e materassi. Ricordiamo che è stato il loro cavallo di battaglia in campagna elettorale. Questione sicurezza: ha annunciato che presto si sarebbe aperta la caserma dei carabinieri, che si sarebbe fatto promotore di costituire un comitato di interforze con la funzione di dare supporto alle forze dell’ordine. Per non parlare del sistema di sorveglianza nel paese. Ma purtroppo nemmeno questo ha avuto seguito.
Ora ci mancava il servizio di trasporto scolastico. Sono più di quarant’anni che Scanzano Jonico è un comune autonomo e questo è un servizio che è sempre stato garantito dai cittadini. Purtroppo con il comune in mano a questa amministrazione il nostro paese rimarrà privo di tale servizio.
Chiediamo all’attuale amministrazione, relativamente a questo problema, un impegno forte per risolverlo al più presto possibile, al fine di evitare di creare disagi alle famiglie, in particolar modo per quelle che risiedono nelle zone di campagna del paese.

 

I Consiglieri di Minoranza

Claudio Scarnato (Scanzano Conta)

Rossana De Pascalis ( Scanzano Conta)

Pasquale Cariello (Scanzano Viva)

Antonello Musillo (Movimento 5 Stelle)

Published in POLITICA

La Cina guarda alla Basilicata, dopo l'interesse dimostrato verso le produzioni ortofrutticole nei mesi scorsi, ora gli imprenditori guardano al turismo e al settore energetico rinnovabile

Published in ECONOMIA
Lunedì, 03 Luglio 2017 18:10

EVENTO BIG BABY PARTY A SCANZANO, 4 LUGLIO

Animazione per bambini, gonfiabili, spettacolo di magia e baby dance domani 4 luglio a Scanzano Jonico in piazza Gramsci dalle ore 20.00. Evento completamente dedicato ai più piccoli con l’intrattenimento di animatori. L’evento è organizzato dalla Pro Loco di Scanzano con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Scanzano.

Published in EVENTI

Crolla l'accusa di “associazione mafiosa” per la famiglia Scarci, a deciderlo in questi giorni la Corte d'Appello di Lecce che tra le altre cose ha posto fine alla vicenda processuale che ha visto Marianna Scarci, nota al grande pubblico per la sua partecipazione al talent show Amici di Maria de Filippi, accusata di intestazione fittizia di beni. La Corte salentina, pur riconoscendo in parte lo svolgimento di attività illecite, ha disposto pene molto ridotte e slegate dall'impianto accusatorio che faceva inizialmente riferimento all'associazione mafiosa.
Come riportato dal quotidiano quotidiano di Puglia: Franco Scarci, condanna a 6 anni di reclusione (rispetto ai 12 anni di reclusione della precedente condanna in primo grado); Giuseppe Scarci, condanna a 4 anni e 8 mesi (9 anni di reclusione in primo grado); Andrea Scarci, condanna a tre anni e 8 mesi (condanna a 8 anni e 8 mesi, condanna in primo grado); Michele Attolino, condanna a 2 anni e 10 mesi (7 anni di reclusione, in primo grado); Salvatore Viviano, due anni e 2 mesi (assoluzione); Pietro Motolese, 8 mesi di reclusione (assoluzione); Luciano Scarci, condanna a 16 mesi (assoluzione); Giovanni Pernisco, condanna a 18 mesi (2 anni, pena sospesa). Assolti dai reati a loro ascritti Maurizio Petracca (7 anni), Marianna Scarci, Vittoria Caforio, Cosima Scarci, Michele Scarci, Filomena Scarci e Aurora Scarci (questi ultimi condannati a 22 mesi). Gli episodi relativi alla fittizia intestazione dei beni avrebbero riguardato i familiari degli Scarci che avrebbero tentato così di dissimulare l’acquisizione illecita.
L'operazione Octopus, inizialmente, portò al sequestro di beni al lido di Scanzano Jonico la cui gestione a sfondo sociale fu affidata all'associazione Libera.

Published in CRONACA

Venerdi 2 giugno 2017, alle ore 18.30, nella Sala Riunioni del Centro Sociale Anziani - A.C. ‘Rocco Scotellaro’ di Scanzano Jonico (MT), ci sarà la presentazione dell’ultimo saggio storico di Raffaele Pinto dal titolo: ‘Il Centro Sociale Anziani di Scanzano. Piccola storia di una grande idea’.
Introdurrà i lavori di presentazione il presidente pro-tempore del C.S.A. di Scanzano Mario Vitale e saranno al tavolo dei relatori il dr. Andrea Torraco, in qualità di moderatore, il prof. Angelo Tataranno, come primo relatore, il prof. Carlo Spezzano, come secondo relatore, e l’autore del saggio dr. prof. Raffaele Pinto.
Alla serata culturale sono state invitate tutte le principali autorità civili e religiose della provincia e della regione.

Published in EVENTI

Arrestate quattro persone a Scanzano Jonico originarie del Napoletano perché sospettate di spaccio di droga. Nel corso dell’operazione condotta dai carabinieri di Policoro è stato sequestrato anche mezzo chilo fra cocaina e hashish.
Dalle prime sommarie informazioni disponibili, sembrerebbe che le indagini dei militari siano estese anche ai recenti fatti di accaduti nel comprensorio Metapontino dove è verosimile che ci siano contrasti legati al controllo del mercato degli stupefacenti nell’area.

Published in CRONACA

Scuolabus senza collaudo, i carabinieri accompagnano i bambini a casa. La minoranza Scanzano Conta chiede le dimissioni dell'assessore (vicesindaco) competente, Santolo Sabato

Published in CRONACA
Pagina 1 di 6