Domenica, 25 Giugno 2017

Si chiama biolacca termoindurente e se provate a chiamarla “vernice” potrebbe arrabbiarsi. La differenza che intercorre è un po’ quella tra “naturale” e “rifatto”, tra la vostra vicina di casa e la Moric, per intenderci.

Published in Green economy

In principio furono i capellini, quelli in brodo, detti anche “noodles”. Poi, si sa, dai capellini ai capelli intercorre solo la mera desinenza di un diminutivo di troppo. E la buona volontà. Tradotto in forbici, questo vuol dire che per una saracinesca di bar che si chiude, tre sono quelle che si aprono di parrucchieri orientali.

Published in ECONOMIA

“Sai che a Pignola hanno aperto un’osteria friulana?”. Storia di un’imbeccata, storia curiosa di una emigrazione al contrario, dello sport che si mesce col vino, di un matrimonio tra basket e “Gubane”, che con le ballerine non c’entrano granché niente. Cos’è la Gubana??? Siamo andati a scoprirlo.

Published in Green economy
Domenica, 19 Aprile 2015 11:07

Si può vivere con 27 euro a settimana?

Questa la proposta/idea/provocazione dell’attrice americana Gwyneth Paltrow, che aderisce così al Food Bank Challenge, una sfida di quelle che attecchiscono in America come solo il banano alle Hawaii. Ricordate il gavettone “autoreferenziale” per la SLA (vedi Ice Bucket Challenge)? Ecco, era roba loro. Ed è sempre loro che dobbiamo ringraziare per averci fatto beneficiare in agosto di Renzi in versione “Mr camicia bagnata”.

Published in ECONOMIA

Regione, Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio e Ufficio Scolastico Regionale sottoscrivono un Protocollo per la sua diffusione sul territorio. I contenuti dell’accordo verranno presentati al corpo docente il prossimo 5 ottobre in occasione di un incontro che illustrerà lo stato dell’arte dell’educazione finanziaria nelle scuole, con interventi di Banca d’Italia, Agenzia delle Entrate, Invalsi e Università del Molise.

Published in ECONOMIA

Il viaggio come momento di apprendimento: è questo il trend con cui si connota una parte crescente dei flussi turistici in Italia (e nel mondo). Fuori dai classici schemi di vacanza e riposo, chi parte vuole scoprire nuovi luoghi, ma soprattutto nuove idee e nuovi modi di vivere. Lo conferma anche il successo della Settimana del Baratto, che dal 14 al 20 novembre 2016 torna per l'ottava edizione con migliaia di B&B in tutta Italia che offriranno il soggiorno gratuito in cambio di beni o servizi.

Published in SOCIALE

“Secondo una ricerca Cescat - Centro Studi Casa Ambiente e Territorio di Assoedilizia, in Italia esistono oltre 2 milioni di case abbandonate e disabitate, prevalentemente ubicate nelle nei piccoli comuni, nelle campagne ed in montagna.  Si tratta di abitazioni abbandonate dagli emigranti, che hanno lasciato l’Italia sin quasi alla soglia degli anni ’80 del secolo scorso, di casolari, casupole, baite, ville rustiche, antiche magioni, casali, rocche, cascinali, case cantoniere; non infrequenti gli immobili del demanio civile e militare.

Published in POLITICA

La Regione Basilicata mette in campo un pratico sistema di verifica di tutte le caratteristiche minime per le strutture ricettive.

Published in ECONOMIA

Dopo il successo ottenuto dalla collaborazione con lo Studio Legale Napolitano, che si è già tradotto nella sottoscrizione di importanti accordi di collaborazione economica e commerciale con alcuni Paesi esteri, Confapi Matera prosegue i contatti con la Repubblica Islamica dell’IRAN, che offre un mercato dalle enormi potenzialità per le imprese lucane.

Saranno 9 le prime aziende di Confapi Matera che avvieranno rapporti commerciali e di scouting di investimento nella Repubblica iraniana. Dopo i primi accordi e l’incontro riservato avuto con i vertici della missione che hanno accompagnato la visita del Presidente Rouhani in Italia, sono stati definiti ieri in un incontro presso la sede dell’Associazione tra Confapi Matera e la società NRGethic, partner specializzato nel supporto economico e di sviluppo nella Repubblica islamica, i termini per la missione operativa degli imprenditori materani, che verrà compiuta tra il 5 e il 10 marzo.

Le attività che avvieranno concreti rapporti di collaborazione, divenuti oggi possibili grazie alla caduta dell’embargo, appartengono ai settori delle infrastrutture leggere, della raffinazione, della chimica, delle telecomunicazioni in fibra e satellitari, dell’ICT, della chimica e dell’agroalimentare (ittica e gelateria).

Gli imprenditori Confapi hanno salutato con grande positività l’interesse dell’IRAN verso le PMI italiane, anche al di là dei recenti e consistenti accordi siglati dai grandi gruppi industriali italiani in occasione della visita dei giorni scorsi.

“Abbiamo verificato da parte di istituzioni e imprenditori locali iraniani che esiste una sincera e specifica attenzione al mondo produttivo e alla capacità innovativa italiana – ha dichiarato il vice presidente vicario di Confapi Matera, Massimo De salvo - al di là dell’ampiezza del business e della latitudine in cui questo si esplica, questione che ci inorgoglisce e ci proietta dal punto di vista delle nostre aziende a intensificare maggiormente i nostri sforzi verso questo nuovo mercato.”

 

 

 

 

Published in ECONOMIA

Per la tua pubblicità su questo sito