Lunedì, 26 Giugno 2017

Appuntamenti a Potenza e a Policoro, un esperto fornirà informazioni sulla previdenza complementare, le forme di indebitamento più convenienti, fiscalità e investimenti

Published in ECONOMIA

E' stata del 19,36% l'affluenza alle urne rilevata alle 12 per le elezioni comunali in 849 centri chiamati al voto in tutta Italia. (il dato diffuso dal Viminale non tiene conto delle comunali in corso in Friuli Venezia Giulia e Sicilia).

Nelle precedenti omologhe alle ore 12 la percentuale dei votanti si era attestata al 13%, ma si era votato in due giorni.

Sotto la media nazionale il dato della Basilicata, dove la percentuale di votanti alle ore 12 si è fermata al 17,39% con la Provincia di Potenza al 17,19% e quella di Matera al 17,83.

Infine, a Policoro, unico Comune in Regione dove potrebbe esserci il ballottaggio perché superiore ai 15.000 abitanti, l'affluenza alle 12 è stata del 21,06%, superiore alla media nazionale.

La prossima rilevazione è prevista alle ore 19.

 

 

Published in POLITICA

METAPONTO - Per sette giorni in Basilicata si studierà vita e organizzazione sociale nelle città antiche, come modello di nuovo sviluppo per i piccoli borghi italiani.

Published in CULTURA

È (quasi) il più buono d’Italia ed è di tradizione tutta lucana. È lo yogurt prodotto da latte di ‘signore mucche’, residenti, domiciliate, in-’stallate’ a Potenza. Ed è precisamente in Contrada Centomani (periferia ovest del capoluogo lucano) che da qualche mese a queste parte l’omonima Fattoria/Taverna può farsi vanto di produrre il ‘più buono d’Italia’, lo yogurt più buono d’Italia. 85 quelli in concorso, selezionati in 17 regioni d’Italia da 20 maestri degustatori (agronomi e tecnologi alimentari) ed infine valutati da 5 giudici in base a caratteristiche visive, olfattive e gustative.

È così che Taverna Centomani si assicura, nel novembre 2016, il secondo posto al Concorso Nazionale ‘Agri Yogurt’, giunto alla sua settima edizione, in quel di Cremona.
Ma come si fa ad… ‘essere buoni’? Sarà per i fermenti, più vivi di quelli che fanno riattivare persino l’intestino della Marcuzzi? Sarà per il latte di ‘signore mucche, ma mucche mucche’ e persino più buono di quello ‘della Lola’? Sarà per le buone azioni dei produttori?
Niente di tutto questo. Perché, in Basilicata, l’eccellenza non la si produce a scapito di nessuno, nemmeno dei competitor nazionali.
Quindi, qual è il segreto che rende questo yogurt buonissimo? Come per la Coca Cola, la formula è segreta. Ma tra gli ingredienti c’è di nuovo, c’è di buono, il ‘latte nobile’, che, lungi dall’esser munto da bovini dal sangue blu, deve esser registrato. Il ‘latte nobile’ è un po’ come il Dop, il Docg: il ‘latte nobile’ è ‘un marchio, non una marca’, precisa l’omonima Associazione, con un su Disciplinare.
Insomma, per essere ‘nobile’ il latte, le mucche devono, stando al Disciplinare,Nutrirsi al 70% di erba e fieno, con un numero di essenze pari a 5. Questo tipo di alimentazione permetterebbe, infatti, di ottenere un latte non solo più gustoso ma anche più ricco di tutte le componenti nutrizionali e, soprattutto, un miglior rapporto omega-6/omega-3, mai al di sotto del 5.

Insomma, se buoni si nasce, nobili si diventa, con la Lucania (ancora una volta) chiamata a scrivere il ‘sussidiario dell'eccellenza’, per il resto d’Italia.

Alba Gallo

Published in Green economy

Non è una bufala, semmai… una vacca, dal cui latte viene fuori poesia in stato solido, quella che in Lucania si suol definire col termine “caciocavallo”. Perché il buon caciocavallo lo riconosci… dalla “scorza”: coriacea, dura, come la gente di Lucania. E dal latte, prevalentemente vaccino.

Published in Dall'orto alla brace

Manchester - Pare la pizza sia buona, lì al 14 di South Street. Pare che non solo la pizza sia buona, lì al 14 di South Street, al punto che il 3 febbraio, il ristorante di Domenico La Colla, di San Chirico Raparo ma ormai a Manchester da 23 anni, vinceva il titolo di miglior ristorante italiano a Manchester. “We're happy to announce we have WON the best Italian Restaurant in the UK award”, scriveva Domenico sulla pagina Facebook di “Al Bacio” (https://www.facebook.com/albacio/).

Published in PRIMA PAGINA

“Perché un bicchiere d’acqua vale più di mille barili di petrolio”, è lo slogan della manifestazione in programma a Matera, il prossimo 27 Maggio, il corteo partirà da piazza Matteotti.
La campagna di sensibilizzazione ha lo scopo di mettere insieme “una mobilitazione unica per aggregare tutte le emergenze ambientali che di fatto hanno compromesso le matrici ambientali di acqua, aria, terra”.
Fra le richieste avanzate dai movimenti e associazioni riunite nella Rete appulo-lucana Salvalacqua quella di chiudere definitivamente il COVA di Viaggiano (il centro Oli di Viggiano), in cui avviene la “preraffinazione di olio e gas proveniente da 25 pozzi prima che gli idrocarburi siano inviati nella raffineria di Taranto”
“Il ciclo è altamente impattante sin dal momento della ricerca, come dimostrano gli innumerevoli camapagne, anche sperimentali, condotte ai danni del territorio lucano con l’uso di linee di cariche esplosive ed agenti chicmici. E’ inquinante il processo di perforazione che implica l’uso di scalpelli di uranio impoverito per raggiungere, a volte, anche i 7mila metri. E’ inquinante l’uso di oltre 50 sostanze, molte delle quali tenute segrete dalle compagnie. Il Cova di Viggiano ha iniettato mediamente, a grande pressione in profondità, usando un pozzo esausto in località Montemurro (Costa Molina2) a poca distanza dal Pertusillo ben 3.500 metri cubi al giorno di schifezze”, è quanto è riportato sul sito retesalvalacqua.

Published in EVENTI

BERNALDA - Si chiama “Banchi di Prova” e come tale, non poteva che trovare terreno fertile alle Elementari. Si chiama “Banchi di Prova” ed è un’idea nata, sponsorizzata e “reggata” direttamente dalla Krikka Reggae. Sì, proprio loro, lo storico gruppo bernaldese che da 15 anni a questa parte “te le suona” ovunque ci siano palchi, piste e piazze da riempire con note di quelle... “veraci”, quelle di “BernaldaBella”.

Published in Terza Pagina

SATRIANO - Prendono la bici e se ne vanno a rappresentare la Basilicata, prendono la bici e se ne vanno a portare Satriano di Basilicata... in Danimarca, attraverso il Rumita, l’uomo albero, l’uomo simbolo del Carnevale più famoso della Lucania. Partenza il 13 maggio da Matera, con obiettivo Aarhus (etimologicamente “foce del fiume”), quando sarà ormai il I giugno e la cittadina danese, ufficialmente, Capitale della Cultura per il 2017.

Published in Green economy

TITO - Non vi aspettate teche o biglietterie. Non ha spazi né pareti. Solo cieli aperti e ambienti, immensi e sconfinati. E non è nient’altro che il tentativo di racchiudere la Regione in una stanza. Ambizioso? Folle? Per intanto questo è l’Ecomuseo di Tito, il primo della Regione, il solo per idea ed originalità. E per capire meglio di che… racconti sia fatto, ne abbiamo parlato con Antonio Graziadei, “facilitatore” di questa innovativa, ricca idea rientrante a pieno titolo in quel che si è soliti definire “panorama dell’offerta culturale lucana”.

Published in Green economy
Pagina 1 di 30

Per la tua pubblicità su questo sito