Lunedì, 18 Giugno 2018

Latest News

Investire in immobili: Sanremo si conferma una delle zone d’Italia più interessanti

Lunedì, 04 Giugno 2018 11:48 Written by

Sanremo comprende diciannove zone immobiliari, classificate in base alla posizione, alla popolosità e le consistenze degli edifici, e può essere conveniente investire nel settore immobiliare, se si considerano le zone e le proprie disponibilità. Per farlo, ovviamente, è fondamentale rivolgersi a dei professionisti del settore. Sarà sufficiente cercare sul web agenzia immobiliare sanremo per trovare le migliori realtà presenti sul territorio.

Le diciannove zone di Sanremo

Le zone immobiliari in cui Sanremo è frazionata, comprendono:

 

  • da Rondo San Bernardo a Piazza Cassini a Valle Fino Al Mare, che è la sua prima fascia immobiliare, e comprende abitazioni civili, rimesse, posti auto, box, etc;

  • il Nucleo Antico la Pigna, la sua seconda fascia, che comprende immobili di completamento;

  • Monte di Corso Cavallotti, di Via Mazzini E Traverse, la terza zona immobiliare, che comprende un mercato di alto profilo;

  • Corso Cavallotti, via Mazzini e Traverse;

  • E. Di V. Galilei, S. Di Str. Tinasso, AN. di Corso Inglesi Fino A..., quarta fascia immobiliare della città;

  • Foce da Corso Inglesi e Traverse Lato Monte, fino al mare;

  • Via del Castillo, Rondo Garibaldi, Via Volta fino a via Borea;

  • Bussana, fascia costiera A, sud della Ferrovia;

  • Insediamenti sparsi per Bussana;

  • tra Monte Bignone e San Romolo;

  • da Via Solaro fino a Via D'Annnunzio, e da Semeria a Coldirodi;

  • Monte Ospedale, Via Borea e Via San Romolo;

  • Villa Armea;

  • da sud di Via Semeria fino a Corso Pino e zona Solaro;

  • la frazione di Poggio;

  • zone agricole e periferiche.

Di queste fasce immobiliari, quelle che sembrano suscitare maggiori richieste, in base al numero degli annuncio, sono Bussana, San Romolo, Caldiroli e Poggio.

Bussana, Caldiroli, Poggio e San Romolo

Ci sono tre buoni motivi per investire in questo Comune, nel settore immobiliare:

 

  • perché Sanremo è viva per tutto l'anno, con i suoi vari eventi;

  • perché è il genere di città che piace a tutta la famiglia, essendo ricca di attrazioni;

  • perché è economicamente conveniente, per quanto riguarda i prezzi delle case.

Le quattro zone di Caldiroli, Bussana, Poggio e San Romolo, sono le frazione di Sanremo in cui si possono registrare il maggior numero di richieste di vendite immobiliari.

I prezzi di un immobile in vendita, in queste zone, può variare dai 2.250 ai 2.950 euro al metro quadro, ma si devono considerare vari fattori, se si è interessati a fare investimenti immobiliari in una di queste frazioni del Comune.

Ad esempio, a San Romolo, attualmente, è possibile acquistare delle ville o dei rustici. Uno di questi ultimi, in cui sono compresi cinque locali e 187 metri quadri, si può acquistare a 160.000 euro.

Chi, magari, vorrebbe acquistare un appartamento da usare o affittare per il periodo delle vacanze, potrebbe visionare degli annunci della zona di Bussana.

 

Scanzano Jonico, Salvatore Pecchia nuovo segretario del Partito Democratico cittadino

Sabato, 02 Giugno 2018 11:09 Written by

Il giovane agronomo eredita la segreteria cittadina e succede a Scarnato

Spaccio, nell'operazione dei Carabinieri numerosi sospettati nel Metapontino

Venerdì, 01 Giugno 2018 10:44 Written by

Droga e armi: i sospettati avrebbero operato - secondo le indagini dei Carabinieri - anche nel territorio Metapontino, si tratterebbe di "cellule criminali che autonomamente" avrebbero operato in diverse piazze

GUARDIA DI FINANZA MATERA: SEQUESTRATE 5 SLOT MACHINES.

Venerdì, 01 Giugno 2018 10:34 Written by

Al termine di un’attività coordinata dal Comando Provinciale Guardia di Finanza Matera ed effettuata in collaborazione con personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato di Matera, le Fiamme Gialle della Compagnia di Policoro hanno concluso una importante attività nel settore dei giochi illegali, “con il sequestro di numero 5 slot machines tenute irregolarmente”, si legge nel comunicato stampa diffuso dalla Guardia di Finanza. E, ancora: “In particolare, gli apparecchi da gioco, individuati dai finanzieri di Policoro e dai funzionari dell’Amministrazione dei Monopoli di Matera in un bar di Policoro, posizionati in un soppalco del locale, non erano collegate alla rete telematica dell’Amministrazione Finanziaria ed erano prive delle prescritte autorizzazioni alla messa in esercizio”. 

“La mancata connessione alla rete telematica consente ai gestori di evitare il monitoraggio reale delle giocate effettuate e, di conseguenza, di evitare l’applicazione del prelievo erariale sul reale volume delle puntate, sottraendo, in tal modo, il volume delle giocate al controllo dello Stato ed evitando la tassazione cui questo tipo di apparecchi sono soggetti. Pertanto, le slot machine sono state sequestrate in via amministrativa e al detentore è stata irrogata una sanzione amministrativa fino a Euro 20.000”.

Popular News

Dal corretto approccio delle Pmi lucane ai processi di trasformazione…
Sanremo comprende diciannove zone immobiliari, classificate in base alla posizione,…
Al termine di un’attività coordinata dal Comando Provinciale Guardia di…
Ogni aspetto della nostra quotidianità, oggi, dipende (o potrebbe dipendere)…

GUARDIA DI FINANZA MATERA: SEQUESTRATE 5 SLOT MACHINES.

Venerdì, 01 Giugno 2018 10:34 Written by

Al termine di un’attività coordinata dal Comando Provinciale Guardia di Finanza Matera ed effettuata in collaborazione con personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato di Matera, le Fiamme Gialle della Compagnia di Policoro hanno concluso una importante attività nel settore dei giochi illegali, “con il sequestro di numero 5 slot machines tenute irregolarmente”, si legge nel comunicato stampa diffuso dalla Guardia di Finanza. E, ancora: “In particolare, gli apparecchi da gioco, individuati dai finanzieri di Policoro e dai funzionari dell’Amministrazione dei Monopoli di Matera in un bar di Policoro, posizionati in un soppalco del locale, non erano collegate alla rete telematica dell’Amministrazione Finanziaria ed erano prive delle prescritte autorizzazioni alla messa in esercizio”. 

“La mancata connessione alla rete telematica consente ai gestori di evitare il monitoraggio reale delle giocate effettuate e, di conseguenza, di evitare l’applicazione del prelievo erariale sul reale volume delle puntate, sottraendo, in tal modo, il volume delle giocate al controllo dello Stato ed evitando la tassazione cui questo tipo di apparecchi sono soggetti. Pertanto, le slot machine sono state sequestrate in via amministrativa e al detentore è stata irrogata una sanzione amministrativa fino a Euro 20.000”.

Fibra ottica in Basilicata: 64 comuni connessi grazie al progetto banda ultralarga

Lunedì, 28 Maggio 2018 18:06 Written by

Il progetto banda ultralarga continua a “fare proseliti”: l’Italia, infatti, sta procedendo ad una copertura sempre più massiccia del territorio, con le proprie infrastrutture per la fibra ottica. All’interno di questo programma spiccano i piani previsti per la Basilicata: negli ultimi mesi, non a caso, gli investimenti della regione hanno prodotto la copertura in fibra per altri 64 comuni. Si parla di un investimento che ha visto l’ammontare di quasi 40 milioni di euro, messi in gran parte a disposizione dalle casse pubbliche. Da oggi, dunque, 330.000 abitanti della Basilicata potranno accedere ad una connessione in fibra fino a 200 Mbps, per un totale di circa 170mila edifici.

Fibra ottica in Basilicata: i risultati del progetto

Alcuni dei numeri più importanti, relativi al progetto banda ultralarga, li abbiamo già visti poco più sopra. Quali sono, dunque, gli altri dati che meritano di essere esposti? Gli interventi di installazione della fibra ottica in Basilicata non si sono fermati alla fibra da 200 Mbps, ma sono andati oltre: nello specifico, al pacchetto bisogna anche includere 600 edifici pubblici coperti con un collegamento a banda ultralarga fino a 1.000 Mbps. Naturalmente lo scopo dell’investimento è duplice: migliorare la navigazione dei cittadini, e favorire lo sviluppo della digitalizzazione delle PA e dei servizi pubblici (come la sanità). Anche l’attenzione alla digitalizzazione delle aziende della regione ha rappresentato un punto fermo del piano banda ultralarga, in Basilicata.

A che punto è il cablaggio della Basilicata?

A questo punto emerge una domanda: qual è la situazione attuale relativa al cablaggio in fibra ottica della Basilicata? Le ultime rilevazioni parlavano di una copertura del 76% del territorio della regione, ma è auspicabile pensare che si sia già arrivati all’80%: un dato che rende la Basilicata una delle zone più virtuose d’Italia. Come sapere se il proprio comune è stato incluso nel cablaggio della fibra ottica? Il modo più veloce è visitando i siti web degli operatori: ad esempio, sul sito di Vodafone, utilizzando lo strumento per la verifica della copertura della fibra, è possibile scoprirlo in pochi click. In alternativa è anche possibile telefonare ai vari servizi di assistenza, per ottenere questa informazione.

Quali sono i vantaggi della fibra ottica?

Il principale vantaggio della fibra ottica è dovuto alle sue specifiche tecniche: i cavi in fibra di vetro, difatti, permettono una trasmissione dei dati più veloce. Inoltre il segnale appare nettamente più stabile rispetto ad altre connessioni cablate come l’ADSL: in tal caso, il merito va alla capacità di trasmettere una grande mole di dati anche sulle lunghe distanze. Grazie alla banda ultra larga, dunque, abbiamo la possibilità di godere di uno streaming video più performante. Per i lavoratori digitali, poi, i vantaggi si moltiplicano: potendo sfruttare una connessione così veloce, le operazioni di download e di upload dei file risultano ottimizzate.

 

Droga, tre sospettati arrestati dai Carabinieri

Martedì, 15 Maggio 2018 16:16 Written by

Sgominato dai Carabinieri grosso giro di spaccio di sostanze stupefacenti a Stigliano. L’Arma ha messo in campo un massiccio dispositivo composto da 25 militari, un elicottero del 6° NEC di Bari ed una unità cinofila di Modugno, per sottoporre a perquisizione 8 tra locali e abitazioni nella disponibilità di un sospettato del posto poi  "tratto in arresto in flagranza di reato dai Carabinieri di Massafra mentre, a bordo di una moto di grossa cilindrata, trasportava 518 grammi di eroina e 320 di cocaina destinati allo spaccio nella cittadina d’origine, valore commerciale 70.000 euro circa", si legge nel comunicato dei Carabinieri.  Sulla scorta di tale evidenze indiziarie, il comando Compagnia CC di Pisticci, ha messo in campo un imponente dispositivo composto dai militari delle Stazioni di Stigliano, Aliano, Pisticci nonché Radiomobile, unità cinofile e militari del 6° elinucleo Carabinieri di Bari, finalizzato ad una mirata azione di contrasto allo spaccio. I militari, infatti, localizzata l’abitazione e i locali in uso dell'uomo arresto il giorno prima, hanno eseguito numerose perquisizioni domiciliari e locali. "L’operazione ha permesso il rinvenimento, presso l’abitazione dello stesso di gr. 41 di hashish ed in un garage, grazie al fiuto di Quenteen, un esemplare di pastore tedesco, 1.167 gr di hashish suddivisa in panetti, oltre alla consueta bilancia di precisione. Avendone la materiale disponibilità i militari hanno tratto in arresto, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio altre due persone., rispettivamente di 38 e 21 anni. I due, essendo incensurati sono stati posti, su diposizione dell’Autorità Giudiziaria, agli arresti domiciliari mentre lo stupefacente è stato posto sotto sequestro. Lo stesso, immesso sul mercato, avrebbe fruttato circa 6/7.000,00 euro".

POLICORO Ambiente, cibo e territorio: una giornata in bio fattoria

Lunedì, 14 Maggio 2018 11:00 Written by

 

Una giornata in bio fattoria alla scoperta delle pratiche agricole genuine, i ragazzi del Comprensivo Giovanni Paolo II hanno vissuto con entusiasmo l'esperienza didattica.

 

IL VIDEO RACCONTO DELL'INIZIATIVA