Sabato, 23 Giugno 2018

POLITICA

POLITICA (3129)

Latest News

Emergenza acqua, il sindaco Mascia chiede l'intervento del presidente della Regione Pittella

Domenica, 22 Aprile 2018 15:22 Written by

Di seguito il comunicato del sindaco di Policoro Enrico Mascia, all'indomani dell'incontro pubblico sulla vicenda

Bilancio previsionale approvato a Pisticci

Sabato, 31 Marzo 2018 12:10 Written by

E’ stato approvato in Consiglio Comunale il bilancio di previsione 2018/2020 del Comune di Pisticci: al termine della lunga discussione, il documento finanziario più importante per l’ente ha ricevuto l’ok della maggioranza consiliare. “Il bilancio è stato redatto nel pieno rispetto dei principi contabili – ha spiegato l’Assessore al Bilancio Giuseppe Rocco Lettini – L’obiettivo di evitare il predissesto finanziario è stato centrato, grazie ad un attento lavoro di accertamento e controllo svolto da questa Amministrazione Comunale che ha cercato di individuare le spese superflue, provvedere a tagli importanti alla spesa, razionalizzare una gestione scellerata del patrimonio ed attuare una forte azione di contrasto all’evasione fiscale. Tutti gli enti locali patiscono una sempre maggiore riduzione dei trasferimenti di fondi da Stato e Regioni, per cui è servita un’oculata azione contabile per mettere in sicurezza il nostro bilancio, che si chiude con un’entrata di 42 milioni di euro, a cui corrispondono altrettante spese: in questo modo l’equilibrio di bilancio è stato pienamente rispettato e il collegio dei revisori ha dato il suo parere favorevole al documento”. Atto propedeutico al bilancio è stata la nota integrativa del Documento Unico Programmatico, approvato a luglio 2017: “Le principali modifiche riguardano alcuni adeguamenti normativi, l’aggiornamento del Piano Triennale del Personale e del Piano Triennale delle Opere Pubbliche, oltre che un ulteriore accertamento di entrate e spese evidenziate nel secondo semestre del 2017 – ha continuato l’Assessore - Riguardo alle opere pubbliche, la nota di aggiornamento prevede gli interventi di ripristino sul territorio in seguito alle alluvioni del 2013 (circa seicentomila euro), il completamento dei lavori di ristrutturazione dell’Abbazia del Casale a Pisticci, il consolidamento dell’abitato di Marco Scerra con i fondi messi a disposizione dal Piano regionale di mitigazione del dissesto idrogeologico, la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico delle scuole del territorio, il recupero del patrimonio edilizio esistente in Terravecchia, l’ampliamento dei cimiteri, l’intervento su numerose strade rurali e non del territorio, la realizzazione della Caserma dei Carabinieri a Pisticci, mentre nel 2019 è prevista la realizzazione del centro diurno per disabili a Marconia, grazie al fondo di 340000€ riconosciuto al nostro Comune nell’ambito del Piano Sociale di Zona, da realizzare al piano superiore del Palazzo delle Poste, Per quanto riguarda i servizi a domanda individuale, il Comune di Pisticci offre il servizio mensa, l’illuminazione votiva e la colonia estiva e, per questi servizi, è assicurata una copertura quasi del 50%, superiore al 46,93% stabilito dalla legge. Continua l’opera di contrasto all’evasione, per cui abbiamo proceduto alle letture dei contatori delle utenze idriche comunali, fermi dal 2010, provvedendo a notificare gli avvisi di pagamento, con possibilità di rateizzazione e pagamento entro il 31 dicembre 2018. Il tema dell’evasione fiscale è molto sentito e anche i revisori hanno sollecitato ad un ulteriore incremento di tale attività: anche sulla lotta alla TARI, in questi giorni sono stati effettuati oltre seicento inviti a regolarizzare la propria posizione e ad iscriversi a ruolo”. L’intervento del Sindaco ha poi concluso il dibattito consiliare: “La nostra idea per il territorio di Pisticci è quello di ristabilire un principio di legalità: è impensabile che, per un bando su un bene comunale, si debba prima procedere con il suo accatastamento perché dell’immobile non vi è nessuna traccia e questo rallenta molto le attività amministrative. Stiamo affrontando tantissimi ostacoli nel nostro percorso, ma essere riusciti ad evitare il predissesto e il conseguente innalzamento di tutte le tasse, oltre al taglio dei servizi, è un risultato di cui siamo assolutamente fieri. In questi mesi abbiamo lavorato su ogni fronte: dalla Valbasento, con l’inserimento di 200 ettari della nostra area industriale nella costituenda ZES, all’ambiente, con i monitoraggi del territorio e l’estensione dell’indagine epidemiologica EPIBAS anche ai cittadini di Pisticci Scalo, passando per l’apertura di un tavolo istituzionale con la Regione Basilicata e Invitalia per la riapertura del Club Med e per la forte promozione territoriale in chiave turistica, sia a livello nazionale che internazionale. Il nostro lavoro, dunque, continuerà ad essere finalizzato al raggiungimento di obiettivi sempre più ambiziosi e importanti per il nostro territorio e per la nostra comunità”.

GRUPPO AVANTI POLICORO: TASSA DI SOGGIORNO CON VINCOLO DI DESTINAZIONE SPECIFICO E COORDINAMENTO CON I COMUNI DEL METAPONTINO

Lunedì, 18 Dicembre 2017 14:54 Written by

"Introdurre nel regolamento un vincolo di destinazione legato alla manutenzione del lungomare, percorso vita, passerelle, collettivo di salvataggio e gli altri servizi che necessitano di un fonte di finanziamento specifica, ipotizzando anche una suddivisione tra le finalità, ad esempio 70% in manutenzione e 30% in servizi"

Dopo 3 anni, finalmente il Governo centrale ha sbloccato la possibilità per i Comuni di istituire la Tassa di soggiorno. Uno strumento utilissimo se saputo usare bene. Infatti, gli introiti generati da tale tassa per legge sono destinati ad interventi in tema di turismo, tema che spesso rischia però di essere interpretato in senso molto ampio, sopratutto quando manca una programmazione turistica, ma ancor di più quando manca anche l'assessorato al turismo.

BERNALDA. Inaugurazione sede Forza Italia Bernalda e Metaponto - 16 Dicembre

Giovedì, 14 Dicembre 2017 15:10 Written by

Sabato 16 dicembre 2017 a Bernalda, in provincia di Matera, ci sarà l’inaugurazione della nuova sede di Forza Italia di Bernalda e Metaponto. L’evento sarà la simbolica posa della pietra angolare per la costruzione della nuova casa che vuole riunire sotto un unico tetto i moderati, liberali e cattolici del comune ionico.

Popular News

Ha 25 anni e vive a Bernalda(MT), Antonio Perrone sarà…
“Le preoccupazioni dei lavoratori dell’Alsia sono degne della massima considerazione.…
Noi non ci arrenziamo". Con questo slogan il meetup Amici…
A seguito della lettera piena di rabbia e di dolore…

Scanzano, tassa di soggiorno: Merlo e Giacco contestano il metodo

Giovedì, 07 Dicembre 2017 15:55 Written by

Il Consiglio comunale di Scanzano Jonico, nella seduta del 28 novembre, ha approvato con 10 voti a favore e 2 astenuti, la tassa di soggiorno. Il regolamento prevede una tassa che va da un minimo di 0,40 ad un massimo di 3 euro, imposta diversificata per le diverse ricettività.
All’indomani dell’approvazione dell’imposta di soggiorno, il Gruppo Consiliare Scanzano Libera (GIACCO Sabino Rocco – MERLO Maria Giovanna), intende precisare i motivi dell’astensione, posizione comunque già espressa in fase di discussione del punto all’Ordine del Giorno nel corso del consesso.
Contestiamo il metodo con cui l’Amministrazione ha prodotto il regolamento per la disciplina dell’imposta.
Nella parte deliberativa non si evince, così come disposto dal Decreto Legislativo n. 23 del 2011, il coinvolgimento delle associazioni di categoria, le quali hanno facoltà di disporre pareri sulle modalità applicative del tributo, nonché di prevedere esenzioni e riduzioni per particolari fattispecie o per determinati periodi di tempo.
A nostro avviso si sarebbe dovuto coinvolgere anche gli operatori turistici locali. In effetti, qualche giorno prima dell’adunanza, ne abbiamo sentito informalmente qualcuno e abbiamo percepito le loro non poche perplessità circa l’applicazione della tassa di soggiorno. Gli operatori turistici locali, infatti, temono ripercussioni sulle prenotazioni di soggiorno medio lunghe, prevedendo il rischio dell’incentivo di un turismo “mordi e fuggi”.
Secondo gli operatori turistici si prospetterebbe un calo del loro potere contrattuale nelle trattative con i grandi tour operator.
Per di più, Scanzano non è una realtà paragonabile ai Comuni limitrofi poiché ancora carente dei servizi turistici di base e, pertanto, sarebbe stato opportuno pianificare e prevedere l’imposta partendo dal coinvolgimento delle associazioni di categoria e operatori turistici locali.
Tenuto conto, comunque, delle finalità specifiche di destinazione trattandosi di un’imposta di scopo ai sensi dell’art. 4 del d.lgs. n. 23/2011, vigileremo per sapere che cosa l’amministrazione intenda fare con queste risorse, quali servizi intenda offrire al turista, quali interventi intenda finanziare in materia di turismo.
Chiederemo, pertanto, al Sindaco di istituire un tavolo tecnico con le associazioni di categoria e con gli operatori turistici locali per concordare quantomeno l’impiego delle somme provento della tassa di soggiorno. Chi meglio di loro conosce i problemi del settore.
Ci auguriamo che il denaro ricavato non sia utilizzato domani per gli scopi più disparati ma che abbia un riflesso reale sul miglioramento del settore turistico.
Scanzano Jonico, 05/12/2017

Il Consigliere Comunale/Presidente del Consiglio Comunale GIACCO Sabino Rocco
La Consigliera Comunale/Capogruppo MERLO Maria Giovanna

Pd: Polese nuovo segretario Basilicata

Lunedì, 04 Dicembre 2017 09:52 Written by

Il 35enne consigliere regionale eletto con le Primarie

Domani primarie per segretario Pd lucano

Sabato, 02 Dicembre 2017 15:57 Written by

Prenderà il posto di Luongo, morto 2 anni fa

Policoro, incontro tra i sindaci sulla vicenda Itrec: accordo sulla necessità di un monitoraggio ambientale

Mercoledì, 29 Novembre 2017 12:55 Written by

A seguito delle Conferenze di Servizio tenutesi a Rotondella e del Consiglio Comunale aperto del 20 Novembre a Policoro, si è tenuto ieri a Policoro un incontro istituzionale comprensoriale sulla vicenda dell’inquinamento ambientale rilevato da Sogin e da Arpab nell’impianto Itrec della Trisaia, a cui hanno partecipato i sindaci dei Comuni di Policoro, Tursi, Colobraro, Bernalda, Montalbano, Rotondella, San Giorgio Lucano, Pisticci, Nova Siri, Scanzano Jonico e Valsinni.

I rappresentanti istituzionali hanno ribadito la loro unità d’intenti nella gestione della questione e sulle azioni da intraprendere, in primis, la istituzionalizzazione del tavolo permanente.

Si è convenuto altresì di attenzionare il cronoprogramma degli interventi da parte di Enea, Sogin e Ispra, sollecitando gli stessi enti ad utilizzare procedure ed atti anche di carattere emergenziale e non ordinari per accelerare i tempi di risposta alle criticità.

I rappresentanti delle istituzioni si sono trovati d’accordo sulla necessità di avviare un monitoraggio ambientale complessivo e autonomo affidandolo ad un ente terzo.

Il tavolo permanente nella volontà degli amministratori riguarderà tutte le problematiche ambientali del comprensorio, programmando riunioni in tutti i Comuni aderenti all’iniziativa.