Giovedì, 23 Novembre 2017

CRONACA

CRONACA (4010)

Latest News

Scanzano Jonico: spiaggia Terzo Madonna chiusa per erosione in attesa delle barriere soffolte

Giovedì, 16 Novembre 2017 17:41 Written by

Spiaggia chiusa per motivi precauzionali e di sicurezza, ora si attendono interventi tampone e poi le "barriere soffolte" come accaduto a Metaponto Lido

Lotta sindacale, assolti Fabbris e altri 14 contadini. Crolla gran parte dell'impianto accusatorio, condanne solo per "violenza privata"

Giovedì, 16 Novembre 2017 10:30 Written by

Dopo oltre due anni e circa dieci udienze, la corte presieduta dal Presidente De Benedictis (con i giudici Staffieri e Sasso) del tribunale di Matera ha emesso la sentenza per le accuse mosse a Gianni Fabbris (coordinatore nazionale di Altragricoltura) ed altri 14 contadini del movimento.

IL COCKTAIL A KM ZERO PIÙ BUONO D’ITALIA È LUCANO

Giovedì, 16 Novembre 2017 10:04 Written by

La Basilicata vince il campionato nazionale FIB a squadre regionali che si è svolto in Versilia. I complimenti anche dall'azienda Mondotondo, Giulio Sansone: 'ennesima prova di un'azienda che seleziona con cura i propri collaboratori del territorio stesso, formandoli e facendoli diventare dei grandi professionisti a livello nazionale"

Droga, un arresto eseguito dai carabinieri di Pisticci

Venerdì, 10 Novembre 2017 15:31 Written by

Arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pisticci  59enne pregiudicato di Marconia, per detenzione di sostanza stupefacente. Alle ore 19:30 circa di ieri, l’uomo è stato fermato a bordo della sua autovettura mentre percorreva, in località bivio Franchi di Pisticci, la SS 106 Jonica. 

Popular News

16.OOO FALSE GIORNATE LAVORATIVE: PRESUNTA TRUFFA AI DANNI DELL'INPS DI OLTRE 110.000 EURO

Venerdì, 10 Novembre 2017 14:27 Written by

Come riportato dalla nota della Guardia di Finanza di Montegiordano (CS), a conclusione di un’articolata e complessa attività di indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica, è stata smascherata una truffa ai danni dell’INPS di oltre 110.000 euro

A tanto ammontavano le indennità di disoccupazione, sussidi di maternità, assegni familiari e indennità di malattia illecitamente richieste dai falsi braccianti.

L’indagine delle Fiamme Gialle, svolte in stretta collaborazione con l’I.N.P.S di Rossano, ha interessato un’azienda agricola avente sede nella provincia di Matera che, mediante la predisposizione di falsi contratti di fitto/comodato di terreni, ha dichiarato una rilevante disponibilità di fondi agricoli idonei a giustificare, con riferimento al solo anno 2014, l’assunzione fittizia di 160 OTD (operai agricoli a tempo determinato) e la dichiarazione di ben 16.000 false giornate lavorative.

A tale scopo sarebbero stati  predisposti come fraudolentemente tutti i documenti necessari per attestare il falso impiego della manodopera in agricoltura.

I controlli eseguiti dai militari della Guardia di Finanza sono stati incentrati sulle residenze dei braccianti assunti, opportunamente poste in relazione con la sede dell’azienda. 

L’impresa agricola materana, infatti, risulterebbe aver assunto manodopera nella provincia di Cosenza, e in particolare nella zona di Corigliano Calabro, Cassano Allo Jonio e Rossano.

Lo sviluppo delle indagini ha consentito di far emergere la  truffa e di interrompere l’erogazione delle varie indennità illecitamente richieste dai falsi lavoratori.

Parte delle indebite erogazioni sarebbe tuttavia risultata effettuata con la compiacenza di un funzionario dell’Ente erogatore, il quale, utilizzando in modo fraudolento alcune banche dati telematiche mediante accessi non autorizzati al sistema informatico, avrebbe forzato le procedure di controllo, consentendo l’indebita erogazione di circa 24.000 euro ad alcuni falsi braccianti agricoli.

La complessa attività di indagine si è conclusa con la denuncia all’Autorità Giudiziaria, per i reati di falso e truffa, del titolare dell’azienda agricola, dei 160 falsi braccianti, nonché di un funzionario dell’I.N.P.S.. 

Quest’ultimo è stato segnalato anche alla Procura Regionale della Corte dei Conti per il danno erariale cagionato alla Pubblica Amministrazione. 

L’attività della Guardia di Finanza, a contrasto delle frodi nei delicati settori della previdenza e assistenza sociale, si pone il doppio obiettivo di evitare, da un lato, truffe e abusi e, dall’altro, di garantire i benefici previsti dalle leggi a chi ne ha effettivamente diritto.

Incidente sulla Monopoli-Alberobello, muore Antonio Mastrosimone, noto imprenditore 55enne di Policoro

Lunedì, 06 Novembre 2017 14:00 Written by

Antonio Mastrosimone, 55 anni di Policoro, imprenditore molto noto in città e proprietario dello storico Lido "La Capannina", è venuto a mancare in seguito ad un incidente stradale, avvenuto questa mattina intorno alle 7 sulla sp113 che collega Monopoli ad Alberobello, in Puglia.

Bernalda, sradicata cassa bancomat: recuperata la refurtiva, eseguito un arresto

Sabato, 04 Novembre 2017 09:14 Written by

 

Un'operazione congiunta condotta dai Carabinieri di Pisticci e quelli di Gioia del Colle ha consentito il recupero della refurtiva e di assicurare alla giustizia uno dei componenti della banda del bancomat, la stessa che nella notte fra venerdì e sabato scorsi, ha sradicato con l'ausilio di un escavatore risultato rubato una cassa bancomat contenente 25mila euro; somma che è stata poi restituita all'istituto bancario in Corso Umberto a Bernalda. I malfattori - a bordo di un veicolo commerciale, anch'esso risultato rubato - sono stati intercettati sulla S.P. 205 (Acquaviva delle Fonti). Quindi sono stati inseguiti, hanno perso il controllo del mezzo, infatti si sono schiantati contro un albero di ulivo,  e due di loro sono riusciti a fuggire, mentre il terzo è stato arrestato dai militari.  [GianPi]

 

ultimo aggiornamento 5 novembre 2017, ore 15,53

 

Bus studenti in fiamme, per fortuna nessun ferito

Sabato, 04 Novembre 2017 08:55 Written by

Un pullman adibito al trasporto di studenti e pendolari ha presso fuoco, nel pomeriggio di ieri 3 novembre, mentre percorreva la strada che collega Matera con Bernalda (Matera), che era la destinazione del mezzo. Il fuoco - secondo quanto si è appreso - sarebbe partito dal vano motore. [Ansa]