Giovedì, 22 Febbraio 2018

Latest News

''MATERA BY NIGHT'' MOSTRA AL GATTINI FINO AL 20 GENNAIO

Sabato, 13 Gennaio 2018 13:28 Written by

“Matera by night”, il fascino misterioso della notte e della luna è il tema della collezione di quadri fotografici ideata e creata dai due cugini di Montalbano Jonico Giovanni Rosano & Giovanni Rosano (fotografo il primo ed esperto in comunicazione il secondo), in arte Giò & Giò. La mostra, dedicata agli ospiti del Palazzo Gattini Luxury Hotel, a Matera, è stata inaugurata lo scorso 30 dicembre e si concluderà il 20 del mese in corso.  

Ma cosa unisce i due ideatori? La comunicazione di una luce diversa, quella luce impressa dallo scatto fotografico. Luce naturale di una luna e di tante stelle che donano incanto ad una città che di per sé seduce chi la osserva.

Perché un servizio fotografico di notte su Matera?

“Perché - hanno raccontato - il velo e la magia della notte rende particolarmente affascinanti ed intriganti i luoghi, simbolo della vita dell’uomo nella Capitale europea della cultura 2019; perché le stelle e la luna ispirano i sogni di tutti da sempre; perché l’arte fotografica si esprime al meglio della tecnica nel cogliere le condizioni di luce uniche di un cielo blu magico”.

 

Grande partecipazione per Balloon 2017. Presentati al Cinema di Policoro i lavori dei bambini coinvolti nel progetto “Magna Grecia 2.0”

Lunedì, 04 Dicembre 2017 09:59 Written by

Si è svolta sabato mattina al Cinema “Hollywood” di Policoro la sesta edizione di Balloon, la festa del fumetto e della letteratura per ragazzi, organizzata dall’Associazione “Ali”.

Il presepe lucano? Quello pacchiano! La proposta di Franca, sarta di Grassano

Venerdì, 01 Dicembre 2017 12:23 Written by

“Pacchiano” è, in Italia, l’individuo privo di buongusto. “Pacchiana” è, nel Mezzogiorno d’Italia, la contadina vestita in abiti tradizionali, dai morbidi panneggi in velluto, dalle camicie orlate e ricamate a mano. L’abito della festa, l’abito più bello della Lucania degli anni Cinquanta. Corpetto stretto, abbondante gonna, camicia bianca dalle maniche ampie e corte. L’abito della domenica, l’abito buono.

Il LFF 2018 per un cinema che cambia pelle Nel Bando appena lanciato le due nuove sezioni “Web serie” e “Film in Realtà Virtuale”

Giovedì, 30 Novembre 2017 10:23 Written by

Acquisita con successo la maturità, il Lucania Film Festival (LFF) è già al lavoro per la ricerca delle opere che comporranno il palinsesto della sua XIX edizione, in programma ad agosto 2018 presso il Centro regionale per la creatività Tilt di Marconia di Pisticci, e per le attività legate a Matera 2019, per le quali è previsto un calendario itinerante del LFF, con l'utilizzo di contenitori sperimentali e proposte di alto profilo innovativo.

Popular News

La 17esima edizione del Festival di Potenza è entrata nella…
Incontro con la stampa alla presenza di Nicoletta Mantovani DOMANI,…
La scuola primaria di Baragiano ha accolto l’invito del presidente…
Grande spazio per la Basilicata alla fiera “TTG Incontri” di…

CULTURA - Raperonzolo era di Lagopesole e la Bella Addormentata dormiva sul Pollino

Venerdì, 17 Novembre 2017 15:32 Written by

Il castello di Raperonzolo si trovava a Lagopesole e la Bella Addormentata giaceva in cima al Dolcedome, sul Pollino. E’ in questi luoghi che Giovan Battista Basile ha ambientato, nel Cinquecento, la sua raccolta di cinquanta racconti (“Lo cunto de li cunti”, oggetto di resa cinematografica*) durante il suo soggiorno ad Acerenza, dando così indirettamente conferma di quanto la Basilicata sia una terra… favolosa. Capiamo perché.

"I PRIGIONIERI DEL SIRI", DISPONIBILE IL ROMANZO DI ANTONIO CASORIA

Venerdì, 17 Novembre 2017 10:15 Written by

Il romanzo segue la vera storia di Isabella Morra e la sua tragica fine. Come un incubo che divora i sui personaggi, la follia distruttrice degli uomini dilania e distrugge quell’idillio che Diomede, Diego e Isabella volevano costruire. Tutto viene interpretato come un turpe tresca e per questo meritevole di essere messa a tacere

Ciak si gira! Un film per esportare l’immagine di Nova Siri

Mercoledì, 25 Ottobre 2017 12:49 Written by

Sono iniziate le riprese del film “Lucania” interpretato dal conterraneo Joe Capalbo. Le riprese avranno la durata di quattro settimane e si svolgeranno in Basilicata, toccando il Pollino (San Severino Lucano, Senise, Vigianello, Valsinni), Nova Siri, Aliano, Alianello e il Vulture con i Comuni di Barile, Melfi, Venosa e Rionero in Vulture.

Nella scuola primaria di Baragiano con la Pigotta Unicef si cresce giocando

Martedì, 24 Ottobre 2017 16:58 Written by

La scuola primaria di Baragiano ha accolto l’invito del presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza Mario Coviello e partecipa alla campagna Pigotta Unicef 2017. Da 19 anni Unicef Italia chiede a scuole, centri sociali e aggregativi, centri anziani, a tutte le persone di buona volontà di creare pigotte, le bambole di pezza che fanno parte ormai del vissuto affettivo di molte generazioni. 
 Mario Coviello ha portato a scuola sagome, ovatta, cartamodello, un dvd con i video per cucire e riempire di ovatta le bambole, creare i capelli con la lana, e disegnare i volti ( tutti questi materiali sono disponibili su youtube con la dicitura “ pigotta unicef”). Anna Astolfi, Beatrice Tonto, Filomena Sansone, Ennio Galizia e Maria De Cesare ,invitati dalla coordinatrice Angiola Figliuolo, hanno portato da casa una macchina da cucire Singer, filo, stoffe, lane, hanno preso posto al primo piano della scuola e hanno cominciato a cucire le pigotte.

A turno i bambini di tutte le classi hanno lavorato con i nonni e si sono divertiti ad imbottire, disegnare, colorare. Il gioco ha un ruolo molto importante nello sviluppo psicologico, fisico e sociale dei bambini. Attraverso le attività ludiche si stimolano la fantasia, la creatività, la socializzazione, lo sviluppo motorio, la consapevolezza e la conoscenza di sé, inoltre si facilita l’elaborazione, la comprensione e il contenimento delle proprie emozioni, alleviando le tensioni e le paure. Il bambino cresce e impara le competenze che gli saranno utili nella vita osservando il mondo attorno a sé e in particolare imitando le azioni e i comportamenti a cui gli adulti dedicano maggior cura.

Con pazienza i nonni guidano i piccoli che finalmente usano le mani e non solo il touch dell’ i-phone. E’ importante e naturale che un bambino, maschio o femmina che sia, voglia giocare con le bambole, prendersene cura, vestirle e cucinare per loro. Attraverso questa azione egli elabora e prende maggior consapevolezza di ciò che in modo amorevole gli viene dato. La bambola, o il pupazzo o talvolta persino un lembo di lenzuolo, è quell’amico che si può portare sempre con sé e che fa compagnia anche quando la mamma o il papà non sono lì a rassicurare e rasserenare. Rappresenta un legame forte e molto reale che permette al bambino di essere traghettato attraverso le paure, le fatiche e le prove quotidiane. La pigotta diventa così molto più di un semplice oggetto, è capace di tranquillizzare, incoraggiare, coccolare ma allo stesso tempo rappresenta anche un mezzo verso cui scaricare la rabbia e l’aggressività senza il timore di esserne tradito. Il bambino è consapevole che è li per lui, a sua disposizione finché lo desidererà.

Appena le pigotte sono completate i gruppi di bambini danno loro il nome, compilano la loro carta d’identità e molti le adottano con 20 euro che l’Unicef utilizzerà per salvare la vita di un bambino meno fortunato che non ha vaccini, acqua, cibo, istruzione.

Tutti insieme infine si divertono a guardare i cartoni animati “Le avventure della pigotta” ( anch’essi disponibili su youtube sempre scrivendo “ pigotta unicef” ) che porta le medicine ad Alì in Pakistan, costruisce una scuola a Flor in Perù, una casa a Rose….