Giovedì, 19 Luglio 2018

Un forte boato e poi le fiamme, a Scanzano Jonico attacco incendiario all’Apofruit. In mezzo il “giallo” dell’auto ritrovata a Recoleta

Un forte boato e poi le fiamme, a Scanzano Jonico attacco incendiario all’Apofruit. In mezzo il “giallo” dell’auto ritrovata a Recoleta Featured

Un forte boato e poi le fiamme intorno alle 22,30 di ieri (lunedì) nel piazzale dell’Apofruit in località Parisi, poco dopo la notizia del ritrovamento di una macchina, uscita fuori strada, in località Recoleta: tutto in una notte, tutto a Scanzano Jonico.
Sull’eventuale collegamento fra i due episodi al momento è possibile fare solo supposizioni, nulla di ufficiale e assoluto riserbo da parte degli investigatori. Facile supporre che gli autori del presunto agguato incendiario abbiano usato l’Alfa Romeo ritrovata a Recoleta – centro agricolo a pochi chilometri da Parisi e comunque lontano dal centro abitato - per darsi alla fuga ma qualcosa potrebbe essere andato storto, forse il conducente ha perso il controllo della macchina, poi uscita di strada, per fuggire e abbandonare così il veicolo. Si tratta di supposizioni, nulla al momento trova riscontro in versioni ufficiali.
ROGO APOFRUIT
I Vigili del Fuoco di Policoro prontamente intervenuti hanno prima spento le fiamme altissime e poi messo in sicurezza la parte del piazzale su cui si trovavano bins, altro materiale plastico e pallet in legno, le operazioni di spegnimento e di bonifica sono durate alcune ore, sul posto anche i Carabinieri di Policoro che hanno proceduto, in sinergia con i Vigili del Fuoco, ai rilievi del caso. Ad agevolare le indagini potrebbero esserci i filmati delle telecamere ben visibili poste sui pali che circondano lo stabilimento protetto da recinzione e cancelli.

L’ALFA ROMEO RITROVATA A RECOLETA
La notizia del rinvenimento dell’auto è stata immediatamente successiva, l’incidente è venuto a qualche chilometro di distanza da Parisi, luogo in cui si è verificato l’incendio. A Recoleta erano in azione i Vigili del Fuoco, Carabinieri e uomini del Commissariato di Polizia di Policoro oltre ai mezzi dell’azienda Stigliano (soccorso stradale) a lavoro per liberare la strada.

IL “GIALLO”.
Chi ha guidato la macchina? C'erano più persone a bordo dell'Alfa? Sul punto al momento circolano solo ipotesi, sembrerebbe che una persona sia stata trovata a bordo ferita e poi soccorsa per essere accompagnata al Pronto Soccorso. La circostanza non trova riscontro in fonti investigative. Così come, in questa fase, resta solo un’ipotesi quella del collegamento fra i due episodi.
Saranno le indagini a svelare cosa c’è (o non c’è) fra i due episodi.
Resta, tuttavia, che Scanzano Jonico è di nuovo al centro di episodi gravi e che destano forte preoccupazione sulla natura dei fatti che turbano non poco le coscienze e il sistema economico virtuoso della cittadina che fonda la sua forza su agricoltura e turismo.

 

Read 7946 times Last modified on Martedì, 10 Aprile 2018 02:00
Rate this item
(1 Vote)

About Author