Martedì, 24 Ottobre 2017

Aperto "Sonika Music Lab", il primo studio di registrazione di Policoro

Aperto "Sonika Music Lab", il primo studio di registrazione di Policoro Featured

Finalmente è realtà “Sonika Music Lab”, la prima sala prove e studio di registrazione di Policoro.

Inaugurato qualche settimana fa nella sede di via Agrigento, questo progetto, nato dall’idea dei tre musicisti policoresi Gianluca Chiaromonte, Vincenzo Tancredi e Roberto Paiano, risponde all’esigenza di un luogo dove si possa fare e produrre musica.
«“Sonika Music Lab” – spiega Gianluca Chiaromonte - nasce grazie al bando “Nuovi Fermenti” della Regione Basilicata, diretto a sostenere finanziariamente nuove idee creative da realizzare sul territorio regionale. Abbiamo presentato la richiesta nel 2013, ottenendo i finanziamenti nel 2015 e ci sono voluti 2 anni per realizzarlo concretamente».

Una stanza di 25 mtq, formata da 4 pareti rivestite con pannelli fonoassorbenti più il controsoffitto di cartongesso laminato e pavimento in gomma antivibrante ad alta densità per non trasmettere le vibrazioni. Infine, la porta è in abete legno massello, con abbattimento acustico certificato di 42 Db.

La caratteristica particolare di questo studio è il mix tra tecnologia digitale e analogica, quindi tra il moderno e il classico. «Abbiamo fatto in modo – racconta Vincenzo Tancredi - che la parte musicale-tecnica fosse curata veramente nel dettaglio per avere un suono in alta definizione. La sala è equipaggiata con un Mixer digitale 16 canali, che permette la registrazione su supporto digitale come un hardisk. A quella digitale abbiamo voluto esplicitamente affiancare una tecnologia analogica dotandoci di un amplificatore per chitarra valvolare e un amplificatore per basso, proprio per ricreare quel suono tipico e caldo. Inoltre la sala dispone di una tastiera, un impianto Montarbo 900w, microfoni Shure e Sennheiser e una batteria Mapex Meridian con piatti Istanbul. Vogliamo dare – conclude Tancredi - la possibilità alle band di curare bene il proprio progetto usufruendo di un’attrezzatura valida con la possibilità di portarsi a casa le prove».

“Sonika Music Lab” è solo uno dei tanti servizi dell’Associazione culturale Sonika, che ha l’obiettivo di valorizzare la creatività giovanile e soprattutto le arti. «Abbiamo scelto questa strada – spiega Roberto Paiano - perché attraverso l’associazione si possono sviluppare tanti progetti diversi, come il teatro, la cinematografia, una scuola di musica oltre a seminari e incontri. Infatti abbiamo già iniziato una collaborazione con il centro SMILE, dove con il progetto “Approccio al Suono” portiamo la musica ai ragazzi affetti dalla sindrome di down, in modo che familiarizzino direttamente con lo strumento, in particolare con chitarra, pianoforte e percussioni. A fine progetto – continua Paiano - i ragazzi comporranno una canzone con i pensieri che saranno frutto della loro creatività espressiva e registreremo questa canzone proprio qui, all’interno della nostra sala prove».

Infine il prossimo appuntamento nello spazio “Sonika” sarà il 26 giugno alle ore 20,30 per una serata con Matteo Tarasco (regista italiano e professore di Storia del Teatro Moderno e Contemporaneo presso il D.A.M.S dell’Università di Bologna), all’insegna dell’arte teatrale e i miti classici, in particolare del personaggio di Medea.

L’ingresso è riservato ai soli soci e dunque tutte le iniziative saranno rivolte esclusivamente agli associati.

 

 

Read 1965 times Last modified on Domenica, 18 Giugno 2017 17:51
Rate this item
(0 votes)

About Author