Mercoledì, 23 Agosto 2017

Scanzano Jonico: si indaga sul fallimento della Soglia Hotel Group, sotto la lente i fatti del 2012

Scanzano Jonico: si indaga sul fallimento della Soglia Hotel Group, sotto la lente i fatti del 2012 Featured

Secondo l'ipotesi accusatoria, il fallimento della Soglia Hotel Group del 2012 fu "pilotato". Attualmente i villaggi sono gestiti da altri operatori

Il passato dei “villaggi di Scanzano Jonico”, quelli che un tempo erano ascrivibili a “Vacanze Italiane”, torna a impegnare procure e investigatori, stavolta, come riportato dall’Ansa, sotto la lente della magistratura sono finiti “sette complessi turistici, attivi in Piemonte, Trentino Alto Adige, Puglia, Basilicata e Sicilia, per un valore di circa 95 milioni di euro, che sono stati sottoposti a sequestro preventivo dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip di Verona. I beni, secondo l'ipotesi d'accusa, sarebbero stati distratti, attraverso complesse operazioni immobiliari e societarie, da una società di Verona, fallita nel 2012, a favore di società indirettamente riconducibili ad alcune persone indagate. A sei persone sono state notificate misure interdittive all'esercizio dell'attività imprenditoriale. L'indagine era stata avviata per fare luce sul fallimento della società veronese, la Soglia Hotel Group, che aveva acquistato i sette villaggi turistici dall'allora Gruppo Cit”.
Attualmente le strutture presenti in Basilicata, Puglia e Trentino, sono gestite dalla Terraferma che non ha ricevuto provvedimenti che vanno a mettere in discussione e tanto meno bloccheranno l’attuale gestione. Hotel e villaggi, sono molto attivi sul mercato e ospitano e continueranno ad ospitare migliaia di turisti ogni anno oltre ad occupare professionisti, fornitori e lavoratori dei territori di riferimento. [GianPi]

Read 1416 times Last modified on Mercoledì, 07 Giugno 2017 17:08
Rate this item
(0 votes)

About Author

Comune di Colobraro