Mercoledì, 23 Agosto 2017

Octopus, crolla l''accusa di "associazione mafiosa". Assolta invece Marianna Scarci

Octopus, crolla l''accusa di "associazione mafiosa". Assolta invece Marianna Scarci Featured

Crolla l'accusa di “associazione mafiosa” per la famiglia Scarci, a deciderlo in questi giorni la Corte d'Appello di Lecce che tra le altre cose ha posto fine alla vicenda processuale che ha visto Marianna Scarci, nota al grande pubblico per la sua partecipazione al talent show Amici di Maria de Filippi, accusata di intestazione fittizia di beni. La Corte salentina, pur riconoscendo in parte lo svolgimento di attività illecite, ha disposto pene molto ridotte e slegate dall'impianto accusatorio che faceva inizialmente riferimento all'associazione mafiosa.
Come riportato dal quotidiano quotidiano di Puglia: Franco Scarci, condanna a 6 anni di reclusione (rispetto ai 12 anni di reclusione della precedente condanna in primo grado); Giuseppe Scarci, condanna a 4 anni e 8 mesi (9 anni di reclusione in primo grado); Andrea Scarci, condanna a tre anni e 8 mesi (condanna a 8 anni e 8 mesi, condanna in primo grado); Michele Attolino, condanna a 2 anni e 10 mesi (7 anni di reclusione, in primo grado); Salvatore Viviano, due anni e 2 mesi (assoluzione); Pietro Motolese, 8 mesi di reclusione (assoluzione); Luciano Scarci, condanna a 16 mesi (assoluzione); Giovanni Pernisco, condanna a 18 mesi (2 anni, pena sospesa). Assolti dai reati a loro ascritti Maurizio Petracca (7 anni), Marianna Scarci, Vittoria Caforio, Cosima Scarci, Michele Scarci, Filomena Scarci e Aurora Scarci (questi ultimi condannati a 22 mesi). Gli episodi relativi alla fittizia intestazione dei beni avrebbero riguardato i familiari degli Scarci che avrebbero tentato così di dissimulare l’acquisizione illecita.
L'operazione Octopus, inizialmente, portò al sequestro di beni al lido di Scanzano Jonico la cui gestione a sfondo sociale fu affidata all'associazione Libera.

Read 1626 times
Rate this item
(1 Vote)

About Author

Comune di Colobraro