Venerdì, 24 Novembre 2017

Policoro, asilo di Via Monterosa. Dopo le polemiche per i ritardi, arriva l'inaugurazione

Policoro, asilo di Via Monterosa. Dopo le polemiche per i ritardi, arriva l'inaugurazione Featured

Si è tenuta sabato mattina la cerimonia d’inaugurazione della scuola per l’infanzia di Via Monterosa a Policoro.

Dopo le polemiche degli ultimi mesi legate ai tempi di consegna del plesso che hanno portato il blogger Ottavio Frammartino allo sciopero della fame di 6 giorni, l’asilo è stato riconsegnato alla città e ai bambini, che sono stati allocati negli ultimi tempi presso la scuola media Giovanni Paolo II.

Hanno partecipato al taglio del nastro il sindaco di Policoro Rocco Leone, la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo 2 “Giovanni Paolo II” Maria Carmela Stigliano, il direttore dei lavori Ing. Vincenzo Ferraiuolo, il presidente d’istituto Francesco Calderaro, i sacerdoti Don Salvatore, Don Antonio e Don Nicola e molti bambini, accompagnati dai propri genitori.

“Finalmente restituiamo l’asilo ai legittimi proprietari, cioè i bambini, ha esordito il sindaco Leone, soffermandosi anche sulle difficoltà dei lavori. “Abbiamo avuto problemi – ha spiegato – nella gestione di questo lavoro, che non sono dipesi dall’amministrazione. I fondi per la ristrutturazione provenivano dall’Europa e venivano erogati dalla Regione, che non girava i soldi all’azienda nonostante questa avesse anticipato i tre/quarti della cifra”. Infatti, ad oggi la società che si è occupata dei lavori ha investito circa 400mila euro ricevendone solo 100mila.

Dal punto di vista architettonico la nuova struttura è all’avanguardia grazie ai materiali utilizzati adatti ai bambini. Ha spazi ampi e luminosi, percorsi differenziati per portatori di handicap e ipovedenti, un’aula per la psicomotricità, un giardino fiorito illuminato da un pozzo luce e rispetta le norme antisismiche e l’eliminazione delle barriere architettoniche. “Questo istituto rappresenta un motivo di vanto – ha dichiarato la dirigente Stigliano - non solo per la comunità di Policoro, ma per l’intera Basilicata”.

Il nuovo plesso è stato intitolato a Donald Winnicott, un pediatra e psicanalista inglese che ha dedicato la sua vita all’infanzia e all’entrata c’è una targa per ricordarlo con scritto “sulla spiaggia di mondi senza fine , i bambini giocano”. Su questa frase, questa mattina, è nata una nuova polemica con Frammartino che ha accusato il sindaco di aver sbagliato perché questo aforisma è di Tagore e non di Winnicot. Non si è fatta attendere la replica di Leone, che dalla sua pagina fb ha spiegato che “con questa citazione di Tagore, D.Winnicott apre uno dei capitoli più suggestivi del suo libro "gioco e realtà ". Possiamo dire – ha conluso - che questa frase può essere posta al centro dell'intero pensiero e delle appassionate riflessioni cliniche di Winnicott”.

 

 

Read 1697 times Last modified on Lunedì, 06 Marzo 2017 17:27
Rate this item
(0 votes)

About Author