Mercoledì, 24 Maggio 2017

Braia: Basilicata rurale e giovani più protagonisti. Presto tavolo dal Ministro

Braia: Basilicata rurale e giovani più protagonisti. Presto tavolo dal Ministro Featured

Tavolo con il Governo e sostegno all’agricoltura in una logica plurifondo per affrontare le criticità e costruire una prospettiva di sviluppo del comparto e del sistema Basilicata

“Incremento del fondo di solidarietà, modifica al D. Lgs 102/2004 per facilitare l’accesso alle polizze assicurative, sostegno e condivisione al progetto della piattaforma agroalimentare in Val Basento, semplificazione, sburocratizzazione ed efficienza soprattutto rispetto ad Agea che al momento è il punto debole del sistema e che rischia quindi di vanificare ogni sforzo messo in campo dalle Regioni ed in particolare dal nostro Dipartimento, tutela delle produzioni e del Made in Italy e timori relativi agli effetti dell’accordo CETA con il Canada soprattutto sul tema della cerealicoltura, sostegno alle filiere agroalimentari, lotta al dissesto idrogeologico e infrastrutture.
Sono queste le istanze presentate all’attenzione della politica regionale e nazionale, presenti anche i consiglieri regionali e l’On. Maria Antezza (Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati), da parte delle associazioni di categoria del comparto agricolo lucano al tavolo di lavoro che ha preceduto l’incontro "Agri-cultura è futuro” tenutosi presso l’Hilton Garden Inn, che abbiamo fortemente voluto e organizzato con il Dipartimento Politiche agricole e forestali/Psr Basilicata 2014-2020.”
Lo dichiara l’assessore alle Politiche agricole e forestali Luca Braia.
“Le questioni discusse al tavolo – prosegue l’esponente della Giunta regionale - a cui hanno partecipato gli organismi regionali e nazionali di Coldiretti, Cia, Copagri, Confagricoltura, insieme a Pensiamo Basilicata e Confindustria Basilicata saranno da noi rappresentate, insieme ad una delegazione, al Ministro per le Politiche Agricole, Maurizio Martina.
Abbiamo infatti chiesto al Ministro, impossibilitato ieri ad essere presente a Matera ma che ringrazio per aver mantenuto l’impegno collegandosi con noi in video, la convocazione di un tavolo a Roma dove discutere i temi caldi del comparto agricolo della nostra regione, dai ritardi dei pagamenti AGEA ai progetti di potenziamento del comparto agroalimentare e delle altre filiere produttive, dai risarcimenti per i danni provocati alle colture dal maltempo alla tutela del territorio contro il dissesto idrogeologico.
Proveremo a dare risposte attraverso azioni efficaci attivando contemporaneamente, a livello regionale, misure di sistema per alcune tematiche che possano concretizzarsi attraverso una logica plurifondo.
L’elogio del Ministro alla Basilicata - continua Luca Braia - per il lavoro che stiamo svolgendo con un cambio di passo deciso rispetto al passato, provando ad incrociare progetti di impresa, organizzazioni, innovazioni e giovani generazioni sarà da ulteriore stimolo a fare meglio, così come l’attestazione di stima per una regione piccola che crede nella straordinaria operazione di rinnovamento generazionale, diventando, parole di Martina che ci inorgogliscono, regione leader per le azioni messe in campo, attraverso il PSR Basilicata 2014-2020, per i giovani, il biologico, le filiere, l’innovazione.

Con "Agri-cultura è futuro" - conclude l’assessore Braia - abbiamo voluto dare ufficialmente avvio alle idee imprenditoriali dei 183 nuovi giovani beneficiari, che saranno convocati nella prossima settimana per la firma dei decreti dall’Autorità di Gestione, della prima finestra del bando per il primo insediamento in agricoltura per offrire loro messaggi di fiducia, ma anche di indirizzo su come intendiamo, insieme, costruire il futuro di questo comparto, nel solco della corresponsabilità tra istituzioni, agricoltori, ricerca, associazioni e professionisti, facendoci carico delle criticità ma, soprattutto, supportando e accompagnando i processi”.

Read 269 times
Rate this item
(0 votes)

Per la tua pubblicità su questo sito