Martedì, 21 Novembre 2017

A Miriam Vitiello, ricercatrice di Policoro, un nuovo premio nel campo della fotonica

La International Society for Optics and Photonics (SPIE) assegna a Miriam Serena Vitiello, giovane ricercatrice del Consiglio nazionale delle ricerche, il prestigioso riconoscimento ‘Early Career Achievement Award’, dedicato a giovani eccellenze internazionali distintesi per carriere di elevato impatto scientifico nel campo della fotonica e dell’ottica.

La ricercatrice, che lavora presso il laboratorio Nest dell'Istituto nanoscienze del Cnr (Nano-Cnr) e Scuola Normale Superiore di Pisa, si è aggiudicata il premio per “i ragguardevoli risultati ottenuti nell’ambito del suo percorso di ricerca sulle sorgenti laser a semiconduttore e sui nano-rivelatori elettronici che hanno aperto nuove frontiere nella fotonica e nell’optoelettronica a frequenze Terahertz".

E' la prima volta che questo premio, attribuito annualmente a giovani con brillanti curriculum scientifici provenienti dalle più prestigiose università - da Harvard a Stanford, da UCLA a Texas University - è stato assegnato al di fuori degli Stati Uniti e a una donna.

Miriam Vitiello è impegnata in un'attività di ricerca pluriennale, cominciata con un dottorato di ricerca in Fisica presso l’Università degli Studi di Bari, con importanti collaborazioni internazionali e un approdo a Cnr Nano nel 2010. E' responsabile delle attività di Fotonica Terahertz di Cnr Nano e coordina la commessa su queste tematiche dell'intero Dipartimento di scienze fisiche e tecnologie della materia. Vitiello è inoltre coordinatrice di un progetto FIRB ‘Futuro in Ricerca’, MC Committee Member di una COST Action europea in ambito fotonica THz, e responsabile per il Cnr del progetto Europeo FET-Open – ‘Novel ideas for radically new technologies’.

 

 

Read 1681 times Last modified on Giovedì, 07 Luglio 2016 11:39
Rate this item
(0 votes)