Il Metapontino

Oggi: 25-05-2016 , 03:16

Ultimo aggiornamento:01:16:03 PM GMT

Social You Tube Feed RSS Twitter Facebook
Sei in: Economia

ECONOMIA

Olio, Oprol-Cia: tenere alta attenzione contro frodi

Scrivi e-mail Stampa PDF

Di fronte all’inchiesta della Procura di Bari sul falso extravergine pugliese, l’OPROL (Organizzazione Produttori Olivicoli Lucani) che aderisce  alla Cia ed è associata all’organismo nazionale CNO (Consorzio Nazionale Olivicoltori) rinnova l’appello a tenere alta l’attenzione anche in Basilicata contro frodi ed azioni degne della peggiore agripirateria, facendo ciascuno – associazioni di produttori, filiera trasformazione e vendita, organi di polizia ed istituzioni – la propria parte.

L’inchiesta pugliese – è scritto nella nota Oprol - fa luce anche sulle speculazioni sul prezzo che hanno danneggiato i produttori italiani lo scorso anno, aggravando gli esiti negativi dell’annata peggiore dell’ultimo decennio. Evidente che se imbottigli olio turco o tunisino spacciandolo per italiano lo puoi vendere a meno di 5 euro al litro, cacciando dal mercato chi rispetta le leggi e non truffa i consumatori. Quando abbiamo sostenuto l’approvazione in Parlamento del provvedimento cosiddetto ‘salva olio’, quasi due anni fa, lo facemmo anche per contrastare gli agropirati che sventolano il tricolore italiano e poi spacciano, in Italia e all’estero, prodotto falso e potenzialmente pericoloso per la salute. Per l’Oprol la strategia di tutela dell’olio extravergine lucano attraverso il percorso del marchio unico - che è l’unico strumento in grado di proteggere le nostre produzioni di qualità e al tempo stesso accrescere la remuneratività degli olivicoltori lucani, secondo il percorso avviato di intesa con l’assessore Luca Braia - è la più efficace per difendere dalle frodi i nostri produttori e naturalmente i consumatori.

“La piaga della contraffazione e delle frodi sta determinando delle gravi conseguenze per gli olivicoltori italiani, sottoposti ad un processo di concorrenza non solo sleale, ma anche delittuosa. Si pensi ai tanti metodi utilizzati per taroccare l’olio tra i quali l’aggiunta di oli di sansa o di semi ad oli di oliva. Alla lunga, questo andazzo porta al declino del nostro settore ed all'abbandono dell'attività da parte dei produttori onesti che non hanno armi per difendersi. Noi di OPROL-CNO siamo in prima linea nel combattere queste operazioni di raggiro, rivolte non solo nei confronti dei produttori, ma chiaramente anche degli ignari consumatori”.

L’Oprol inoltre sottolinea la necessità di  mettere in campo anche altre iniziative per debellare tali fenomeni, tra cui una campagna di sensibilizzazione dei consumatori e dei responsabili di acquisto, i quali devono essere messi in condizioni di riconoscere l’autentico olio extravergine di oliva italiano ed essere consapevoli che dietro un prezzo conveniente si celano truffe e inganni. E' arrivato, inoltre, il momento di rendere più selettiva la classificazione degli oli di oliva. Abbiamo proposto in sede internazionale di abbassare a 0,5 il limite massimo di acidità per l’olio extravergine.

Siamo consapevoli – è scritto ancora nella nota - che la "Dop" da sola non basta a superare le criticità del comparto e dispiegare le potenzialità di sviluppo con misure del nuovo PSR 2014-2020”.

 

 

Confapi Matera rappresentata nelle Categorie di Confapi nazionale Unionchimica, Unimatica e Confapi Trasporti

Scrivi e-mail Stampa PDF

“Per la nostra Associazione è motivo di grande soddisfazione essere presenti nei comitati direttivi e nelle giunte di presidenza di alcune delle più prestigiose Unioni di Categoria di Confapi nazionale”. Con queste parole il presidente di Confapi Matera, Enzo Acito, commenta l’elezione di 4 imprenditori materani nelle Categorie Unionchimica, Unimatica e Confapi Trasporti, che hanno rinnovato i propri organi per il prossimo triennio.

“Con la guida del presidente Maurizio Casasco – aggiunge Acito – Confapi intende consolidare e rilanciare le Unioni di Categoria, dando rappresentanza soprattutto ai territori dove il sistema delle pmi è maggiormente diffuso. Il risultato ottenuto da Confapi Matera premia il lavoro fatto in questi ultimi anni, teso a parare i colpi della crisi e a creare prospettive di ripresa”.

Gli imprenditori eletti sono Michele Ramundo per Unionchimica, Angelo Donvito per Unimatica, Domenico Muccio e Domenico Strammiello per Confapi Trasporti.

Michele Ramundo, presidente dei Chimici di Confapi Matera e amministratore unico di Raro Srl, azienda operante nel settore dei detergenti professionali, è stato eletto, nel consiglio nazionale svoltosi a Milano, componente del comitato direttivo di Unionchimica, la Categoria che rappresenta le aziende chimiche, conciarie, delle materie plastiche, della gomma e vetro, ceramica, abrasivi e prodotti affini.

Angelo Donvito, presidente della Categoria materana di Unimatica e Servizi Avanzati e amministratore unico della società di software Digimat Srl, è diventato a Roma vice presidente nazionale di Unimatica, che rappresenta le aziende dell’informatica, telematica, comunicazione e servizi innovativi.

Sempre a Roma, Domenico Strammiello e Domenico Muccio, rispettivamente presidente e vice presidente della Sezione Trasporti di Confapi Matera e amministratori unici di Strammiello Trasporti Srl e di Fratelli Antonio e Giuseppe Muccio & C. Snc, sono stati nominati vice presidenti di Confapi Trasporti, la Categoria nazionale che raggruppa le imprese del trasporto merci, logistica e spedizione.

Dopo l’esperienza con la Categoria degli Edili di Confapi Aniem, dove il presidente di Matera Michele Molinari ha ricoperto la carica di vice presidente nazionale, la nuova esperienza in altre 3 Categorie viene vista dai neo eletti con senso di responsabilità che coinvolge ovviamente l’intera Confapi Matera.

 

 

 

 

Beni culturali: si riapre la piattaforma on line del patrimonio intangibile

Scrivi e-mail Stampa PDF

Riaperta la piattaforma del patrimonio culturale intangibile della Basilicata. Uno strumento on line su cui censire i beni immateriali che costituiscono l’elemento essenziale della identità culturale lucana. Un iter in cui le amministrazioni locali hanno un ruolo propositivo. Di questo si è parlato oggi in un incontro, tenutosi presso la sala Inguscio,  con i sindaci lucani.

"Made in Basilicata" dal 4 dicembre in Giappone

Scrivi e-mail Stampa PDF

Mirabilia…strabilia anche in Giappone con la missione outgoing “Made in Basilicata’’ che il 4 dicembre presenterà sul mercato nipponico l’offerta delle risorse artistiche e ambientali, l’agroalimentare, le opportunità dei servizi di accoglienza e le produzioni delle nostre imprese forti di un know how di tecnologia avanzata, design e di creatività di sicuro appeal.

Pronto il nuovo Psr, per la Basilicata 680,16 mln di euro

Scrivi e-mail Stampa PDF

Ruralità e sostenibilità: sono le parole chiave del nuovo Programma di Sviluppo rurale della Regione Basilicata presentato alla stampa questa mattina nella sala Verrastro del palazzo della Presidenza della Giunta regionale.

Puffer funziona, la 'confusione sessuale' ha ridotto le colonie di Cydia

Scrivi e-mail Stampa PDF

La sperimentazione “Puffer” ha dato i risultati sperati: si è ridotta nel 2015 la popolazione di Cydia Molesta e in parte di quella Funebrana, insetti nocivi che minano le produzioni agricole. Il sistema utilizzato è quello della confusione sessuale mediante il rilascio di feromone con appositi erogatori installati sulle piante di pesco e albicocco. La tecnica inibisce di fatto l'incontro e l'accoppiamento fra gli insetti che di conseguenza non depongono le larve e non creano le colonie che attaccherebbero i frutti. I risultati sono stati presentati a Scanzano Jonico (Matera), giovedì scorso, a sviluppare la sperimentazione l'Alsia -  Agrobios e partner privati, l'Op Asso Fruit Italia, con 300 aziende associate, e pubblici: comune di Scanzano Jonico e regione Basilicata.

Pmi lucane, sostegno alla competitività

Scrivi e-mail Stampa PDF

Presentato in conferenza stampa dall'assessore regionale alle Politiche di Sviluppo, Raffele Liberali, i risultati della graduatoria all'avviso pubblico per le Pmi lucane e le novità per il sostegno alla competitività per le piccole e medie imprese lucane.

L'INTERVISTA. Mario Cucinella: 'Archistar? No, anti-star'

Scrivi e-mail Stampa PDF

MATERA. Quando la pace la raggiungi impugnando una matita e disegnando un mondo migliore, partendo proprio dalle case fatte di paglia e terra. No all'”edilizia umida”, fatta di ferro e cemento, sì a quella che si avvale delle materie prime che offrono i luoghi che ospiteranno gli edifici. E' così che Mario Cucinella, architetto di fama mondiale, immagina le case dei rifugiati che saranno accolti a Scanzano. Fare la pace innanzitutto con la natura che è la migliore alleata dell'uomo nella ricerca delle bellezza. Lunedì scorso, Cucinella ha illustrato la sua idea al Cda della Fondazione Città della Pace riunitosi a Matera nella sala meeting di Palazzo Gattini. Oltre ai componenti ufficiali del consiglio di amministrazione (foto2) hanno partecipato all'iniziativa gli imprenditori Pasquale Natuzzi e Nicola Benedetto che hanno manifestato forti interessi e voglia di collaborare all'iniziativa.

Prestiti: in aumento quelli per piccoli importi

Scrivi e-mail Stampa PDF

Nonostante Ottobre sia stato un mese non particolarmente positivo per il comparto dei prestiti personali, visto il leggero calo dello 0,2% rispetto allo stesso periodo del 2014, la tendenza generale rimane comunque molto positiva. Da un lato, infatti, continua a crescere l'erogazione di piccoli prestiti e i tassi di interesse fanno registrare l'ennesima corsa al ribasso.

Cambio Euro Dollaro in calo sotto 1,10

Scrivi e-mail Stampa PDF

Giornata molto positiva, quella di ieri, sulle piazze europee che, dopo la fase di interdizione a cui abbiamo assistito lunedì, in seguito agli attentati di Parigi, sono tornate a crescere con Piazza Affari che ha chiuso ben oltre il 2%. Molto interessante notare che il cambio euro dollaro è tornato a indebolirsi con quotazioni ben al di sotto della soglia psicologica di 1,10. 

INPS. Bando incarichi a medici esterni

Scrivi e-mail Stampa PDF

L'Inps ha indetto un bando per l'affidamento di 900 incarichi a tempo determinato a medici esterni,  "specialisti in medicina legale e/o in altre branche di interesse istituzionale", è riportato in una nota diffusa dall'Istituto.

Pagina 6 di 127

Sostienici Valuta:   Importo:

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information