Il Metapontino

Oggi: 27-04-2015 , 19:02

Ultimo aggiornamento:07:52:16 AM GMT

Social You Tube Feed RSS Twitter Facebook
Sei in: Cronaca
26/04/2013

CRONACA

Pisticci: accusato di spaccio, ora è ai domiciliari

Scrivi e-mail Stampa PDF

I Carabinieri di Pisticci, ieri, con il personale del Nucleo Cinofili di Tito (PZ) hanno arrestato un pregiudicato 43enne del luogo, perché “sorpreso a cedere tre grammi di eroina”.

Pullman fuori strada a Irsina, 9 feriti

Scrivi e-mail Stampa PDF

E’ di nove feriti il bilancio dell’incidente stradale avvenuto ieri a Irsina e che ha visto coinvolto un pullman che trasportava alcuni operai di un cantiere limitrofo.

Il mezzo, una volta uscito fuori strada, si è ribaltato causando il ferimento della gran parte dei passeggeri.

Per il momento, pare, che le condizioni dei feriti non siano gravi.

Restano ancora da chiarire le cause dell’incidente.

Policoro, spacciava hascisc in piazza arrestato

Scrivi e-mail Stampa PDF

La Polizia di Stato di Policoro ha arrestato un uomo che spacciava hashish e marijuana in pieno giorno nella centralissima piazza Heraclea. Gli investigatori hanno osservato i movimenti di un 30enne del posto, già noto per precedenti per droga, che spesso stazionava nella piazza e aveva frequenti contatti con altri ragazzi. Il comportamento ha insospettito i poliziotti, che hanno così deciso di intervenire per sottoporlo a controllo.

Non ripristina lo stato dei luoghi, una denuncia a Pisticci

Scrivi e-mail Stampa PDF

I Carabinieri della Stazione di Pisticci hanno denunciato alla magistratura un 54enne del luogo per non aver ottemperato all’ordinanza di sgombero e ripristino dello stato dei luoghi emessa dal Sindaco di Pisticci in violazione della norma del Decreto Legislativo n. 152/2006 (cd. “Decreto Ronchi”). 

Droga, a Marconia arrestato un uomo: aveva semi di maijuana

Scrivi e-mail Stampa PDF

Prosegue costante l’attività di controllo del territorio da parte del personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Pisticci, diretto dal Commissario Capo Gianni Albano. L’operazione portata a termine, nei giorni scorsi,  dalla Squadra Volante del Commissariato ha permesso di trarre in arresto un pregiudicato di Marconia di Pisticci che deteneva semi di canapa indiana.

Sospettati di abusi su minori, fra gli indagati un parroco

Scrivi e-mail Stampa PDF

Minori adescati su internet e pagati per intrattenere rapporti sessuali. Fa rabbrividire l’operazione  condotta dai Carabinieri della Compagnia di Policoro, coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza. L’indagine è partita nel 2013 a seguito di una denuncia della sorella di un minore di 14 anni, originario del comune di Nova Siri, per fatti risalenti al 2012-2013. Otto le persone coinvolte di cui tre agli arresti domiciliari e cinque colpite dal provvedimento di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

L'Asm annuncia: abbassare i tempi di attesa per le prestazioni sanitarie

Scrivi e-mail Stampa PDF

Appropriatezza e priorità. Le due parole non sono l'ennesimo slang per addetti ai lavori ma i due capisaldi su cui manager della sanità, medici e cittadini sono chiamati a confrontarsi per coniugare efficienza della spesa e cura della salute. Per questo la Asm, insieme all'ordine dei medici e ai medici di base, sta mettendo a punto una serie di protocolli ed intese che hanno come obiettivo di ridurre progressivamente i tempi di attesa, specie per gli esami di radiologia e cardiologia, i più gettonati.

Truffe online, 2 denunce a Pisticci

Scrivi e-mail Stampa PDF

Denunciati a piede libero due cittadini responsabili dei raggiri compiuti su un noto portale di e-commerce.

Quindici giorni fa, un uomo residente a Marconia si presentava presso gli Uffici del Commissariato di Pisticci, raccontando di aver subito una truffa a seguito di un acquisto on line di un motocoltivatore con fresa, offerto ad un prezzo davvero interessante: la vittima, dopo aver interpellato il venditore e concordato sia la modalità di pagamento -  tramite ricarica Postepay - che la consegna tramite corriere espresso, provvedeva ad effettuare il versamento: dopo alcuni giorni trascorsi  tentando di  contattare invano il venditore, realizzava di essere stata raggirata.

Raccolti tutti gli elementi utili, gli uomini del Commissariato di Pisticci intraprendevano una particolareggiata attività investigativa che, attraverso specifici e tecnici accertamenti sulla Postepay usata come strumento di pagamento e sul documento di identità esibito presso l'ufficio postale al momento di attivazione della prepagata, permetteva di giungere alla identificazione del responsabile della truffa, risultato essere un uomo residente a Pistoia con precedenti per reati simili a quello svelato.

Tutti i riscontri probatori erano trasmessi all’Autorità giudiziaria ed il pistoiese veniva denunciato per il reato di truffa, aggravato dal fraudolento utilizzo del mezzo telematico.

Vittima di un secondo episodio è un cittadino di Stigliano, anch'egli caduto nelle insidie del web: presentatosi in Commissariato per la formale denuncia, raccontava agli inquirenti che, navigando su Internet, si interessava all’allettante offerta di un Iphone 6-64 GB: la vittima imbastiva una trattativa che avveniva in una prima fase tramite posta elettronica e successivamente a mezzo telefono; raggiunta l’intesa si conveniva  - anche in questo caso - di eseguire il pagamento della cifra pattuita mediante ricarica Postepay: si concordavano due pagamenti coi quali, a distanza di un giorno dall' altro, veniva versata l’intera somma pattuita, a seguito dei quali l’acquirente riceveva una telefonata dal venditore con cui questi precisava che era già stata predisposta la spedizione dell’Iphone, fornendo addirittura la data certa idi consegna.

Da questo momento in poi però, il sedicente venditore spariva assieme ai vani tentativi di contattarlo: la consapevolezza di aver patito un raggiro si concretizzava nella mente del cittadino dalla puntuale scomparsa ella proposta di vendita dalla vetrina elettronica.

 

Anche in questa circostanza gli Operatori della Polizia di Stato compivano una oculata e precisa attività di indagine che permetteva di identificare l'autore del raggiro, puntualmente denunciato all'Autorità giudiziaria per il reato di truffa aggravata.

 

 

Valsinni, confermata bandiera arancione Touring Club

Scrivi e-mail Stampa PDF

Valsinni- la bandiera arancione di Touring Club Italiano (TCI) continua a sventolare su Valsinni. Il prestigioso riconoscimento è stato riconfermato al paese lucano per il triennio 2015-2017. Circa 2.439 le candidature presentate, ma ad ottenere l’ambito attestato solo 209 comuni italiani. Si dice soddisfatto e felice per il traguardo raggiunto il sindaco della cittadina Gaetano Celano, che lo scorso 27 marzo ha partecipato alla cerimonia di consegna dell’attestato tenutasi a Milano a Palazzo Marino (sede del comune). Celano ci parla degli obiettivi e delle aspettative ma anche delle responsabilità che seguono l’ambito riconoscimento. Un marchio così importante, infatti, porta con sé onori, ma anche oneri. “Quella della bandiera arancione è una conferma che ci riempie di orgoglio” dichiara il sindaco “Ritirare l’attestato è stata un’esperienza davvero molto emozionante. Il mio primo obiettivo è trasmettere questa emozione a tutti i  valsinnesi in quanto il riconoscimento non è solo prerogativa del sindaco o del comune ma di tutti i cittadini".

Eco-resort di Nova Siri finisce sotto la lente dei magistrati

Scrivi e-mail Stampa PDF

È finita nel mirino della Procura di Matera una società di capitali di Nova Siri che avrebbe beneficiato di una consistente fetta di contributi pubblici illecitamente percepiti per la realizzazione di uno dei complessi naturalistici-alberghieri del comune materano. C’è un po’ di tutto nell’indagine: fatture gonfiate per operazioni presumibilmente inesistenti, amministratori della società, ditte fornitrici compiacenti, cifre da capogiro. Per la realizzazione del resort sarebbero stati investiti 17 milioni e 334 mila euro complessivi con un totale di contributi pubblici in conto capitale di 9 milioni 676 mila 590 euro.

Droga, i carabinieri denunciano un 24enne

Scrivi e-mail Stampa PDF

Un giovane 24enne di Ferrandina è stato denunciato, alla magistratura Materana, poiché, in tutta fretta, prelevava della sostanza stupefacente del tipo eroina già suddivisa in dosi uguali, che al peso è risultata essere di grammi 5.

Pagina 1 di 315

Banner
Banner
Banner
Banner
Sostienici Valuta:   Importo: